Movida: mons. Negri smorza la polemica

02 negri movidaL’Arcivescovo è disponibile ad un incontro con i giovani, a partire dalla seconda metà del mese di agosto e, nel frattempo, esorta tutti a superare le inevitabili reattività che si generano in un dibattito di questo tipo ed a considerare le questioni nella loro oggettività, per prepararsi ad una stagione di dialogo, proficua e foriera di soluzioni positive.

Con queste parole, contenute in una nota dell’Ufficio Stampa dell’Arcidiocesi di Ferrara e Comacchio, Mons. Luigi Negri mette sostanzialmente la parola fine alla vicenda della cosidetta Movida in piazza Cattedrale. Due le preoccupazioni espresse, in particolare, dall’Arcivescovo.

La prima di carattere culturale ed educativo, determinata dalla scarsa attenzione degli adulti nei confronti dei giovani e del loro modo di intendere la vita. Il secondo elemento, è quello relativo al mantenimento in città, di un clima che, senza indulgere al moralismo, salvi però gli aspetti di dignità che derivano dalla grande tradizione di questa città e del suo territorio.

“Anche la minaccia di recintare la piazza della Cattedrale – si legge nel documento – era evidentemente più una provocazione che non una soluzione, quanto meno mai effettivamente pensata”.

Mons. Negri, in definitiva, voleva evidenziare il problema, non dettare delle soluzioni.

Non è vero infine, puntualizza il comunicato dell’Ufficio Stampa dell’Arcidiocesi – che l’Arcivescovo sia contro i giovani e che non voglia dialogare con loro. Lo testimonia il fatto che ha dedicato più di cinquant’anni della sua vita, proprio al dialogo con migliaia e migliaia di giovani, con cui ha condiviso un cammino che, per molti di loro si è concluso con un recupero consapevole della fede e, per altri, ha aperto la possibilità di attesa e di ricerca.

A questo punto, non resta che attendere la seconda metà del mese di agosto per capire se e quando, avrà luogo questo incontro chiarificatore che possa tradursi – come ha sottolineato Mons. Negri – in una serie di operazioni positive.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *