Museo del Delta Antico: un Baby Pit Stop per neo-mamme con Soroptimist, Unicef Ferrara e Comune di Comacchio

Dopo la presentazione, alcune settimane fa, del progetto Baby Pit Stop per mamme e bambini, che vedrà a breve all’interno del Museo di Schifanoia, un’area con fasciatoio, dove le mamme che non vogliono privarsi di una visita ad uno dei più bei musei storici della città, potranno prendersi cura dei loro bambini anche piccolissimi, il Soroptimist Club di Ferrara inaugurerà Mercoledì prossimo, 21 luglio, uno spazio  Baby Pit Stop, con fasciatoio e saletta dedicata, al Museo del Delta antico di Comacchio.
Il progetto dei Baby Pit Stop, che vede insieme Soroptimist club di Ferrara e Comitato Unicef di Ferrara, nasce da un  protocollo d’intesa fra Unicef Italia e Soroptimist International d’Italia per promuovere  i valori di una corretta e sana alimentazione, a cominciare dall’allattamento al seno, nel rispetto della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, ratificata dal Parlamento italiano il 27 maggio di 30 anni fa.I Baby Pit Stop sono spazi nei quali è possibile allattare e cambiare i propri bambini in un contesto riservato e accogliente all’interno di  contesti culturali, come biblioteche e musei. In questo caso sarà il Museo del Delta antico di Comacchio ad offrire, grazie all’Unicef e al Soroptimist club di Ferrara, una opportunità preziosa per le mamme con bambini molto piccoli, valorizzando anche con questo servizio, la propria identità di Museo  aperto alla comunità,  luogo di cultura e di socialità, davvero a misura di tutte le categorie di cittadini.Con questa iniziativa il Soroptimist, con la sua presidente Olivia Capozzi e il Comitato italiano Unicef, con la presidente ferrarese, AnnaMaria Faccini,  si mettono a fianco del Comune di Comacchio e di due donne,  le direttrici dei  musei di Schifanoia,   Ethel Guidi, del Delta Antico,  Caterina Cornelio, per rendere il museo un luogo dove anche le neo mamme e i bambini molto piccoli possano sentirsi a loro agio, in una vera e propria casa della cultura, promotrice  di accoglienza, inclusione e  innovazione sociale.D. B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *