Napolitano a Sant’Agostino

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è arrivato a S.Agostino, più tardi del previsto: c’è stato un cambio di percorso, il presidente si è infatti recato prima a Crevalcore e poi ha raggiunto il ferrarese.

A S.Agostino e arrivato alle 18.50, atteso dal Prefetto di Ferrara, da tutte le autorità, dai sindaci dell’alto ferrarese, dalle forze dell’ordine.
E’ sceso dall’auto presidenziale, dietro di lui anche la moglie Clio.

Ha fatto qualche passo verso la chiesa di S.Agostino, insieme al sindaco Toselli, è arrivato sotto il campanile pericolante e poi si è spostato nei pressi del municipio, divenuto, purtroppo uno dei simboli del terremoto in Emilia.

Molti i sant’agostinesi in attesa dell’arrivo del presidente. Qualcuno ha urlato “Presidente siamo nelle sue mani” Lui ha risposto “Ed io nelle vostre”.

Si è fermato così a parlare con un po’ di gente, che si trovava dietro il cordone di sicurezza e poi si è diretto verso Villa Rabboni, per incontrare i familiare delle vittime del terremoto del 20 maggi.

[flv image=”https://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/06/mapolitano-s-agostino-300×119.jpg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120607_01.flv[/flv]

2 pensieri riguardo “Napolitano a Sant’Agostino

  • 08/06/2012 in 10:07
    Permalink

    Perchè non diciamo che è anke stato “insultato” giustamente a mio avviso e che ci sono stati dei momenti di tensione???bisogna dire anke queste cose….

    Rispondi
  • 08/06/2012 in 11:34
    Permalink

    Certo che leggere questi commenti da gente che sostituisce il “ch” con la “k”…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *