Napolitano visita l’Emilia ferita

Giorgio Napolitano a Ferrara (foto d'archivio)

Sarà in Emilia Romagna domani, per incontrare i rappresentanti delle istituzioni e le popolazioni colpite dal terremoto, il presidente della repubblica Giorgio Napolitano.

La visita del presidente avrà inizio a mezzogiorno, a Bologna, presso la sede della regione Emilia Romagna. Qui incontrerà i rappresentanti degli enti locali i cui territori hanno subito le conseguenze del sisma. Il presidente della regione Emilia Romagna Errano, ma anche i presidenti di Veneto e Lombardia, Zaia e Formigoni.

Ci saranno i sindaci dei comuni colpiti: il sindaco di Ferrara Tagliani, tra loro, e i sindaci dei comuni dell’alto ferrarese. Ci saranno i presidenti delle province, tra cui Marcella Zappaterra, presidente di Ferrara, a cui toccherà il compito di parlare a nome di tutti i colleghi. Questo l’ordine degli interventi: parlerà il presidente della regione Errani, a seguire interverrà il capo della protezione civile prefetto Gabrielli, poi interverrà Marcella Zappaterra, e a seguire uno dei sindaci dei comuni terremotati. Il presidente, naturalmente, parlerà per ultimo.

Seguirà, nel pomeriggio, la visita ad alcuni dei luoghi colpiti dal terremoto: Mirandola in provincia di Modena, S. Agostino nel ferrarese, Crevalcore in provincia di Bologna, e forse Cento. L’itinerario del pomeriggio però, anche per ragioni di sicurezza è almeno in parte tenuto riservato dall’ufficio cerimoniale del Quirinale.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120606_07.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *