Natale tra sport e solidarietà

Eleonora Goldoni a Bologna con le amiche e gli amici di “Arte e Luce” portano tanti doni ai più bisognosi

Natale: tempo di regali, di festa, di consumismo. Ma non solo! Un esempio significativo, bellissimo e molto toccante ci viene dalle ragazze e dai ragazzi dell’Accademia “Arte e Luce” di Baura che – nella mattinata del 24 dicembre – si sono recati numerosi a Bologna per un gesto nobile e che ci fa capire che questa festa così importante deve essere soprattutto solidarietà e comunione con il prossimo, specie se in difficoltà. Ed è proprio ai più bisognosi che popolano il capoluogo emiliano che è giunto, dalle mani e dal cuore di questi valorosi giovani, un aiuto concreto attraverso la consegna di generi alimentari, bevande calde, coperte, vestiti e anche giocatolli per i più piccoli. Presente numerosa anche la famiglia Goldoni con Federica (Presidente di “Arte e Luce” nonchè cestista), la calciatrice Eleonora, Tommaso e Francesca. Un’esperienza straordinaria che ha lasciato il segno, come ci sottolineano a gran voce e fieri tutti i partecipanti a questa gioiosa mattinata: “Oggi abbiamo imparato e ricevuto tanto; non importa se abbiamo incontrato 2, 10 o 50 persone. Vedere occhi lucidi, stupore, sorrisi, felicità…. questa è stata la nostra vittoria. Siamo tornati a casa con gli zaini vuoti ma il cuore sorridente. Basta veramente poco per fare del bene”. “Dopo il verbo amare, il verbo aiutare credo sia il più bello”, prosegue e puntualizza Federica Goldoni. “Ascoltare, essere attenti, consolare, perdonare, accompagnare, abbracciare, aiutare…. sono parole che a volte dimentichiamo. Bisognerebbe scriverle su una parete accanto alla porta di casa e leggererle ogni volta che usciamo nel mondo. Ho imparato che le persone possono dimenticare ciò che hai detto, ciò che hai fatto per loro, ma non dimenticheranno mai come le hai fatte sentire in quell’istante in cui hai dato loro qualcosa. Ogni volta che ci prodighiamo per gli altri, pensando solo alla loro felicità, ci si sente meglio: questo – alla fine – riempie il cuore di gioia. È un’esperienza che cambia la vita per sempre riempiendoti di un calore infinito”. Doveroso sottolineare che, oltre alle ragazze e ai ragazzi dell’Accademia, all’iniziativa erano anche presenti alcuni tifosi interisti – e di Eleonora Goldoni – provenienti dalle diverse città limitrofi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *