“Nati per costruire ponti e attraversarli insieme”. Cristiano Guagliata si candida a guidare il PD – Unione Comunale di Ferrara

Si candida alla Segreteria  dell’Unione comune del Partito Democratico di Ferrara, mosso, scrive,  da una concezione della politica che mette al primo posto il dialogo e l’attenzione ai bisogni delle persone. Comincia così la lettera aperta inviata oggi alle redazioni da Cristiano Guagliata,  48 anni, residente a Ferrara, studi universitari e laurea presso le Università degli studi di Bologna e di Ferrara, un lavoro nell’ambito della programmazione socio-sanitaria e di servizi alla persona,  deciso a prendere l’iniziativa nel percorso di rinnovamento a livello cittadino  del Partito Democratico.

Nella lettera aperta, attraverso cui si presenta ai ferraresi, mette in evidenza, rivolgendosi non solo ai  militanti e simpatizzanti del PD, ma alla città, la necessità  di tornare ad essere in sintonia con le persone, riconquistare la fiducia dei cittadini e delle cittadine e a governare la città.

“Credo che a Ferrara il Partito Democratico debba tornare ad essere la forza popolare, pragmatica e plurale che, con la sua storia e interpretando i repentini cambiamenti dell’oggi, guarda al futuro. Credo nel lavoro di squadra che unisce contributi di tutti e di tutte per costruire insieme alleanze generazionali, territoriali, economiche e politiche. Uno stile politico nuovo per una realtà dinamica ed in continuo cambiamento.

Privilegiamo le azioni che generano valore comunitario:

–           coinvolgere i giovani e le donne, garantendo loro presenza, protagonismo e partecipazione;

–           consolidare il dialogo con le organizzazioni sindacali, con la cooperazione e con le associazioni imprenditoriali, per immaginare insieme l’organizzazione di Ferrara e rendere efficaci servizi, vicini alle persone;

–           riconoscere nel nuovo patto per il lavoro e per il clima lo strumento per promuovere la sostenibilità ambientale e climatica, ma anche per creare lavoro: sicuro, pulito, di qualità

–           costruire ponti ed alleanze con il tessuto associativo e del Terzo settore (polisportive di quartiere; culturali, ambientali, …) per promuovere iniziative di prossimità che creino sana aggregazione. Espressione di una cultura diffusa della sussidiarietà, della partecipazione e della responsabilità dei singoli e delle associazioni;

–           potenziare il servizio sanitario territoriale con investimenti in personale, in attrezzature e tecnologia: con ospedali che siano strutture capaci di adattarsi velocemente a esigenze urgenti (es. terapie intensive); e con case della salute che garantiscono una efficiente “medicina del territorio” e un’adeguata assistenza domiciliare.

–           promuovere e qualificare il patrimonio immobiliare esistente senza consumare altro suolo e valorizzare la città ed il territorio con un sistema capillare di infrastrutture e collegamenti fisici (strade, treni, ), digitali (connessione internet veloce e stabile) e di saperi (istruzione, formazione ed università).

–           valorizzare le scuole, investendo in trasporto ed edilizia scolastica, per sostenere una didattica che vive gli spazi verdi e di concrete relazioni di prossimità, e che aiuta ad imparare e conoscere un mondo a colori.

Iniziamo dalla Segreteria, coinvolgendo il protagonismo di giovani e donne, senza distinzioni né steccati per età o per genere, per promuovere quella presenza e quell’intelligenza capaci di essere attente alla quotidianità delle persone. Una Segreteria imprescindibilmente inclusiva e plurale (nelle generazioni, paritaria, laicamente orientata nei diritti e nei temi).

Mettiamo a disposizione le sedi dei Circoli per rispondere alle concrete richieste della vita di tutti i giorni, (es. aule studio per gli studenti e le studentesse; sessioni di alfabetizzazione informatica; incontri con i nostri rappresentanti nelle Istituzioni per un costante dialogo cittadino-amministrazione).

Siamo il Partito Democratico: nati per costruire ponti e attraversarli insieme.

Cristiano Guagliata

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *