Nel 2014 il pronto soccorso a Cona sarà ripensato

04 rinaldi pronto soccorso-1

Ha aumentato i proprio accessi riportandosi sui dati del 2011 e superando quelli del 2012 (anno del trasloco da Corso Giovecca a Cona.

Il Pronto Soccorse del nuovo S.Anna a Cona quest’anno chiude in positivo, spiega la dirigenza di Via Aldo Moro, perchè è aumentata la complessità della casistica. Duemila codici bianchi in meno sostituiti da duemila codici gialli in più: pazienti che arrivano in pronto soccorso sui quali bisogna intervenire in maniera più complessa.

La struttura deve rispondere al meglio ai cittadini, ripensando a percorsi diversi per pazienti con codice bianco e verde, rispetto a quelli con codice giallo e rosso, che sono ovviamente i più gravi. “Il S.Anna di Cona deve diventare, dice il direttore generale dell’azienda ospedaliero-universitaria, il punto di riferimento provinciale per i pazienti acuti. Per questo, ha concluso Rinaldi, si sta ragionando a come ridisegnarlo”.

%CODE%

Un pensiero su “Nel 2014 il pronto soccorso a Cona sarà ripensato

  • 18/12/2013 in 17:38
    Permalink

    Credo e, suppongo in parecchi, siano comunque scontenti per non dire “INCAZZATI” di un trasloco ospedaliero come è avvenuto; non più tardi dell’altro ieri sono ritornato al ” VECCHIO S.ANNA” al reparto Genetica Medica e mi sono comunque meravigliato di come non siamo riusciti ad implementare, vista la spesa fatta per l “NUOVO OSPEDALE S. ANNA” una ricostruzione/riassetto di questa ben più comoda e a mio modesto parere ancora funzionante e agibile struttura.
    Ma come solito succede nel nostro paese l’opinione pubblica è “FINTAMENTE” ascoltata

    Marco Cavalletti
    (WWW LA POLITICA E CHI LA PRATICA)

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *