Neonata di tre mesi precipita dalla finestra e muore

Foto da “areacentese.com”

24 giugno – Un gioco tra bimbi finito in tragedia: sarebbe questo lo scenario costato la vita a una bimba di tre mesi e mezzo, caduta ieri da una finestra al secondo piano dell’appartamento dove viveva con la famiglia, di origine pakistana, nel centro di Cento.

Inutile l’intervento del 118 e dell’eliambulanza.

Il fratellino, di circa 4 anni, e un cugino quasi coetaneo nel pomeriggio giocavano sul letto, situato proprio vicino alla finestra, dov’era anche la bimba, quando la piccina è finita sul davanzale ed è poi caduta. In casa c’erano la madre, che si era allontanata per fare una doccia, e la zia, che stava allattando in un’altra stanza. Padre e zio erano invece al lavoro. Questa la ricostruzione al vaglio dei carabinieri, coordinati dal pm Giuseppe Tittaferrante, che ha aperto un’inchiesta per abbandono di minore. I militari hanno ascoltato a lungo la madre, disperata, con l’aiuto di un interprete.

Le indagini avevano escluso fin da subito l’ipotesi di una causa violenta del decesso.

23 giugno – Non aveva neanche quattro mesi la piccina di origine pachistana morta a Cento dopo essere caduta dalla finestra di casa, al secondo piano, da circa sette metri d’altezza.

Gli inquirenti escludono, per ora, ogni tipo di causa violenta.

I sanitari del 118 hanno subito giudicato critiche le condizioni della bimba: sottoposta ai tentativi di rianimazione, è morta dopo pochi minuti.

La tragedia è avvenuta alle 16.30 di venerdì pomeriggio in un’abitazione nel centro della cittadina, in via Matteotti, dove la famiglia vive da tempo. Gli investigatori stanno cercando di capire con chi era la piccola.

Forse – però è solo un’ipotesi al vaglio dei carabinieri di Cento – il fratellino e un amichetto stavano giocando e la madre non era nella stanza, quando la bimba è precipitata dalla finestra. Tra i primi ad accorgersi di quanto era accaduto sono stati i clienti e il titolare di un salone da parrucchiere, che hanno sentito un tonfo e hanno visto il corpicino sull’asfalto davanti all’ingresso del negozio.

La madre della piccola si è precipitata subito in strada, piangendo disperata, ha preso la bimba tra le braccia e ha raggiunto l’androne di casa. Poco dopo, oltre all’ambulanza e all’automedica, è partita anche l’eliambulanza del 118 da Bologna, ma tutto è stato inutile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *