Gas e acqua: verso la normalità

Va verso la normalità l’erogazione del gas e dell’acqua nelle zone del ferrarese colpite pesantemente dal sisma. Solo a Cento il 25% dei contattori gas non è stato riattivato per motivi di sicurezza.
Le squadre messe in campo dai vari gestori, soprattutto Hera e Cmv, di giorno in giorno controllano e monitorano la situazione soprattutto a Mirabello dove dopo ogni sisma importante è necessario fare controlli accurati sulla rete.

Nessun problema in città. Il sisma di domenica 20 maggio infatti non ha prodotto danni alla rete idrica e a quella del gas e l’acqua è rimasta sempre potabile.

Senza problemi anche l’attività all’interno del bacino geotermico di Casaglia. I terremoti di questi giorni infatti, assicura Hera, non hanno provocato nessuna interruzione del servizio.
Per quanto riguarda la raccolta rifiuti nelle zone più colpite dal sisma, Cmv, la multiutility che opera nell’Alto Ferrarese avvisa che la discarica di Molino Boschetti, sito vicino a Sant’Agostino è stata riaperta per consentire anche ai privati il trasporto degli inerti dovuti ai crolli a causa del terremoto. La raccolta rifiuti infine. Cmv assicura che la raccolta nei campi tenda dell’Alto Ferrarese viene effettuata due volte al giorno mentre i cassonetti sono stati portati fuori dalla zona rossa di Cento.

[flv image=”https://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/06/gas.jpeg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120604_10.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *