“No alla Nuova Romea”, appello ai sindaci del comitato “Stop Orme”

09 protesta e55

Un appello ai sindaci e alla presidente della Provincia contro la realizzazione della nuova autostrada E 55 Orte-Mestre. Lo lancia il comitato Stop OrMe Ferrara che sostiene come l’opera sia particolarmente dannosa in termini di impatto ambientale ed economico.

Emissioni di CO2 e inquinanti dovuti ai cantieri e all’aumento dei trasporti su gomma, in controtendenza alle direttive dell’Europa, e in una zona come la Val Padana che vanta il primato di area più inquinata d’Europa. Ulteriore consumo di suolo, per la sede stradale, gli svincoli e l’edilizia indotta con ripercussioni negative su ambiente, paesaggio, agricoltura, popolazione faunistica, compromissione di aree ad altissimo valore ambientale come il Mezzano. Sono queste alcune delle motivazioni che il comitato ferrarese Stop Orme porta a sostegno dell’appello lanciato, ai sindaci e alla presidente della Provincia estense, affinchè si oppongano alla realizzazione della E55, l’Autostrada che dovrebbe costituire un’alternativa alla Romea e collegare Orte a Mestre. “I flussi di traffico sulla ss. Romea e sulla E-45, sostiene il comitato, non giustificano un’autostrada, che appare quindi come un fatto speculativo.”

I fondi per la realizzazione dell’opera, di cui si parla da circa 20anni, sono stati sbloccati a fine 2013 dal Governo. La spesa preventivata è di circa 10miliardi di euro. 48 i comuni attraversati in 5 regioni diverse, in provincia di Ferrara la Orte-Mestre toccherà Mesola, Comacchio, Berra, Codigoro, Fiscaglia, Ostellato, Argenta. Il tracciato sarà di 396 km, di cui 139 km di ponti e viadotti, 64 km di gallerie. Inoltre 20 cavalcavia, 226 sottovia, 83 svincoli, 15 aree di servizio.

Questa opera costosa ed inutile, in un periodo di ristrettezze economiche e di crisi ambientale conclamata diventa particolarmente dannosa, sottraendo risorse preziose al complesso di provvedimenti indispensabili per imboccare la strada di un vero progresso afferma il comitato stop Orme che avanza una serie di proposte alternative, come la manutenzione e la messa in sicurezza della Romea, la deviazione del traffico pesante sulla A-13, il potenziamento della Ferrara-Mare senza trasformazione in autostrada a pedaggio, il completamento delle varianti alla s.s.16 e della tratta ferroviaria Ravenna-Venezia.

 

 

Un pensiero su ““No alla Nuova Romea”, appello ai sindaci del comitato “Stop Orme”

  • 16/08/2015 in 20:32
    Permalink

    Provateci voi ad andare a Ravenna da Comacchio e poi vediamo se e’ un’opera inutile!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *