“Non ci casco”: domenica 10 ottobre al via la campagna informativa per contrastare le truffe agli anziani

“Non ci casco”: è questo lo slogan della campagna di comunicazione per la prevenzione e il contrasto delle truffe agli anziani presentata oggi, venerdì 8 ottobre, nella residenza municipale di Ferrara.

La campagna informativa partirà domenica 10 ottobre con spot su tv, radio, giornali locali e canali social e con la distribuzione di un vademecum anti-truffa, di brochure, locandine e pieghevoli che verranno consegnati nei luoghi di maggior frequentazione, aggregazione e ritrovo degli anziani.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti l’assessore comunale alle Politiche Sociali Cristina Coletti, la presidente di Ancescao (Associazione nazionale centri sociali, comitati anziani e orti) Milvia Migliari e il referente dei Servizi di Volontariato dell’Associazione Nazionale Carabinieri Fabio Altieri.

“Tutelare i nostri anziani, che sono punto di riferimento imprescindibile e prezioso elemento di sostegno per tante famiglie della nostra comunità è l’obiettivo di questa campagna di comunicazione, pensata per aiutare a riconoscere le possibili situazioni di pericolo che potrebbero sottoporre tanti cittadini al rischio di condotte illecite e raggiri da parte di malintenzionati”, ha spiegato l’assessore alle Politiche sociali Cristina Coletti. E ha fatto notare: “I residenti del Comune di Ferrara che hanno un’età superiore a 65 anni sono quasi 36mila, tra i quali 21mila sono donne e 15mila uomini. Per ideare e fare realizzare questo progetto di prevenzione e contrasto alle truffe, l’Amministrazione comunale di Ferrara, attraverso l’assessorato alle Politiche sociali, si è avvalsa dei fondi del Ministero dell’Interno resi disponibili tramite la Prefettura. Il logo e lo slogan identificativi della campagna di prevenzione delle truffe ‘Non ci casco’ è stato ideato dagli studenti dell’Istituto Einaudi di Ferrara. La campagna di informazione conterrà suggerimenti e precauzioni per prevenire e scongiurare le truffe, spiegati con linguaggio semplice e immediato, che avverta del pericolo su tematiche quali, furti, scippi, borseggi, truffe e raggiri presso la propria abitazione, al telefono, agli sportelli automatici di banca e posta, suggerimenti per usare in tutta sicurezza internet”.

“Il materiale informativo – ha detto il referente dei Servizi di Volontariato dell’Associazione Nazionale Carabinieri Fabio Altieri – è composto di 5mila brochure con vademecum anti-truffa, 6mila volantini e 300 locandine che verranno distribuiti dai nostri volontari in maniera capillare nei circoli sociali, ai medici di base, nelle farmacie e nelle parrocchie della città e delle sue frazioni”.

La presidente di Ancescao Milvia Migliari ha quindi spiegato che “l’anziano diventa fragile quando sopraggiunge solitudine, malattia e isolamento e per questo i circoli sono un punto di riferimento importante e la possibilità di coinvolgere e fare informazione è fondamentale, più che mai in un momento in cui le conseguenze della pandemia hanno lasciato ancora tanta paura”.

L’Amministrazione comunale di Ferrara, attraverso l’assessorato alle Politiche sociali e con fondi del Ministero dell’Interno resi disponibili tramite la Prefettura, dà avvio alla campagna di comunicazione per aiutare gli anziani a riconoscere le possibili situazioni di pericolo che potrebbero sottoporli al rischio di condotte illecite e raggiri da parte di malintenzionati.

Interamente ideato dall’assessorato, il progetto di prevenzione e contrasto alle truffe ha permesso, al Comune di Ferrara, di ricevere un contributo dal Ministero dell’Interno di € 43.803,00.

La campagna informativa userà il logo e lo slogan “Non ci casco” identificativi della campagna di prevenzione delle truffe, ideato dagli studenti dell’Istituto Einaudi di Ferrara, e scelto dalla cabina di regia presieduta dal Comune di Ferrara, ASP, CSV, Forum del Terzo Settore, Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna Ambito di Ferrara, Associazioni di tutela dei consumatori.

La campagna conterrà suggerimenti e precauzioni per prevenire e scongiurare le truffe, spiegati con linguaggio semplice ed immediato, che avverta del pericolo su tematiche quali, furti, scippi, borseggi, truffe e raggiri presso la propria abitazione, al telefono, agli sportelli automatici di banca e posta, suggerimenti per usare in tutta sicurezza internet.

Saranno inoltre evidenziati i riferimenti per chiedere aiuto o informazioni e consigli:

– contatti dello Sportello Sociale Unico Integrato, attivato dal Comune e da ASP presso la Cittadella della Salute di Corso Giovecca e presso il quale sarà possibile richiedere anche un supporto psicologico GRATUITO qualora si sia rimasti vittime di truffa (corso Giovecca 203, Ferrara, tel. 0532 099932, cell. 349 3142452, 342 8951860, email [email protected]) ;

– riferimenti telefonici delle Forze dell’Ordine (118, 113, 115)

La campagna informativa è stata realizzata da Pirene S.r.l., società che ha già campagne comunicative attivate in tutta Italia inerenti tematiche sociali e che ha partecipato all’avviso pubblicato dal Comune aggiudicandosi il servizio con un’offerta economica pari ad € 22.690,78.

Questa campagna viene realizzata attraverso l’utilizzo di mezzi di comunicazione che raggiungono con facilità i cittadini più anziani, per aiutare a prevenire le truffe che, con il passare del tempo, diventano sempre più subdole.

Saranno offerti agli anziani, attraverso un linguaggio semplice e di uso corrente, tutti gli strumenti per riconoscere raggiri e tentativi di truffa per proteggere e prevenire episodi spiacevoli.

In particolare:

– gli spot televisivi andranno in onda su Telestense (n. 100 passaggi, con messa in onda tutti i giorni in orario compreso tra le 19.00 e le 23.00);

– spot radiofonici sulle reti locali di Radio Dolce Vita e Radio Sound (n. 100 passaggi, con messa in onda tutti i giorni in orario compreso tra le 19.00 e le 23.00);

– spot da pubblicare sulla stampa locale appariranno su:

– La Nuova Ferrara (n. 50 pubblicazioni)

– Il Resto del Carlino di Ferrara (n. 100 pubblicazioni)

– estense.com (n. 70 pubblicazioni).

– post sui social network prevedono la pubblicazione per 4 volte a settimana sui canali Instagram, Facebook e Youtube.

La scelta di pubblicare anche sui social è motivata dall’obiettivo di raggiungere in modo capillare non solo le persone anziane ma anche i più giovani e i caregiver, che possono costituire utile veicolo di informazioni e consiglio per gli anziani.

Saranno inoltre distribuiti:

– 5.000 brochure pieghevoli contente il “VADEMECUM ANTITRUFFA”

– 6.000 volantini

– 300 locandine

grazie al coinvolgimento dell’ Associazione Nazionale Carabinieri con consegna nei luoghi di maggior frequentazione, aggregazione e ritrovo degli anziani (Circoli sociali, medici di base, farmacie, parrocchie).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *