Nuova Carife: Si riapre la gara di acquisto per le 4 good bank

CarifePer Banca Etruria, Banca Marche, Cariferrara e Cari Chieti, le 4 good bank uscite dal decreto Salva-banche del 22 novembre scorso, si riapre la gara. Le tre offerte d’acquisto, definite irricevibili per motivi di forma, in realtà sarebbero state rifiutate perchè avrebbero proposto cifre troppo basse. La nuova gara dovrà partire entro agosto e tutto l’iter dovrà concludersi entro il 30 settembre, secondo il dettato della Commissione Ue. Si parla, però, già della possibilità di una proroga.

Doveva presentare una relazione sulle offerte, pur spettando la decisione alla Banca d’Italia,’’azionista unico delle 4 banche, Banca Etruria, Banca Marche, Cariferrara e Cari Chieti, uscite dal decreto Salva-banche. La relazione di Roberto Nicastro, Presidente delle 4 banche, si è tradotta, come anticipato nei giorni scorsi dal Sole 24 Ore, in una vera e propria bocciatura delle proposte di acquisto  presentate il 21 Luglio dai fondi americani Apollo e Lone Star e dal gruppo assicurativo Barents.
Il “no”, giustificato ufficialmente da motivi di forma, sembra in realtà motivato dal prezzo proposto per acquistare in un solo pacchetto le 4 banche: una cifra attorno ai  500 milioni di euro, molto lontana, quindi, dalla primitiva  valutazione che si aggirava attorno ad un miliardo e mezzo, pari al prestito ponte che l’Autorità di risoluzione – cioè Bankitalia – dovrà rimborsare entro fine anno a Intesa Sanpaolo, UniCredit e Ubi.
Alla nuova gara verranno invitati a partecipare tutti coloro che si erano fatti avanti fin dall’inizio, tra gli altri, quindi, è probabile che tornino in campo anche Bper, Cariparma-Crédit Agricole, Bnl-Bnp Paribas, Popolare di Bari, Ubi, viste i prezzi assai più bassi rispetto a quelli ipotizzati a gennaio. Si dà come possibile anche la partecipazione del Fondo interbancario, che un anno fa si era presentato per ricapitalizzare la banca ferrarese, ma la soluzione , dopo un primo “sì” di Bankitalia, era stata vanificata dal decreto “salvabanche”.
La  nuova gara dovrà concludersi entro la fine di agosto per rispettare la data di aggiudicazione fissata al 30 settembre, termine posto dalla Commissione europea per non far scattare le norme sugli aiuti di Stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *