Nuova Carife: sono tre le offerte per acquistare le good bank. Bankitalia conferma

Carife“Nel rispetto dei termini previsti dalla procedura per la cessione delle good bank, sono pervenute tre offerte economiche impegnative. Le offerte verranno analizzate dagli Advisor. Ulteriori comunicazioni seguiranno all’esito delle valutazioni”.

Pochissime righe, diffuse dalla Banca d’Italia, per ufficializzare l’avvenuta presentazione di tre offerte di acquisto per le quattro good bank nate con il decreto salva banche del 22 novembre: la Nuova Carife e le Nuove Banca Etruria, Carichieti e Banca Marche

Le offerte, a quanto emerge dalle indiscrezioni diffuse dalle agenzie di stampa (ANSA e Reuters) proverrebbero da altrettanti fondi di investimento: due fondi di investimento sono americani, Lone Star e Apollo. Quest’ultimo è già noto alle alle cronache finanziarie italiane per aver acquistato, per 350 milioni di euro, due compagnie assicurative del Gruppo Carige (Cassa di Risparmio di Genova): Carige Vita e Carige Assicurazioni.

Ai due fondi di investimento americani si aggiunge un fondo di investimento britannico: si tratta di Apax Partners, che in un primo tempo sembrava essersi disinteressato all’acquisto delle quattro good bank a seguito della decisione del Regno Unito di uscire dall’Unione europea.

Ieri si temeva che, per l’acquisto di Carife e delle altre Good Bank venisse presentata una sola offerta, quella del Fondo Apollo: ora le offerte sono tre, ma la situazione non è molto più rosea, se si considera che furono 26 le manifestazioni di interesse non vincolanti presentate qualche mese fa.

C’è di più: le offerte di acquisto avrebbero valori molto lontani da quelli sperati. Molto più bassi del valore stimato delle quattro banche, pari a un miliardo e 400 milioni. Si parla di cifre intorno al mezzo miliardo.

A questo punto ci sono due mesi di tempo per una trattativa con i potenziali acquirenti: la procedura di vendita, ha stabilito l’Unione europea, dovrà comunque concludersi entro il 30 settembre. Naturalmente, partendo da valori di offerta così bassi, sarà una trattava, almeno per chi vende, tutta in salita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *