Nuova mostra su Dante a Ferrara: l’autore al centro della nuova esposizione è Manfredo Manfredini

E’ dedicata a un autore ferrarese inedito, vissuto tra ‘800 e ‘900, la nuova mostra su Dante che sarà ospitata, dal 23 settembre, a palazzo Municipale, a Ferrara. L’appuntamento sarà presentato in anteprima alla stampa domani, mercoledì 22 settembre, alle 17,30 nel Salone del Plebiscito della residenza comunale (conferenza stampa in sala degli Arazzi). Saranno presenti: il sindaco Alan Fabbri, l’assessore Marco Gulinelli, lo storico dell’arte Lucio Scardino. E’ inoltre previsto un intervento del presidente di Ferrara Arte Vittorio Sgarbi.

L’autore al centro della nuova esposizione è Manfredo Manfredini, ferrarese di nascita (1881-1907), prematuramente scomparso a 25 anni e illustratore di una delle edizioni più popolari della Divina Commedia, l’edizione Nerbini. La mostra realizzata in Comune porta con sé un catalogo che rappresenta la prima pubblicazione specifica mai realizzata su Manfredini.

A firmarne lo studio e la ricerca – relativa alla vita e alle opere – è stato lo storico dell’arte Lucio Scardino, con la realizzazione del catalogo dal titolo “Manfredo Manfredini e il mito di Dante a Ferrara tra ‘800 e ‘900”, che ha la postfazione di Vittorio Sgarbi e che sarà destinato anche a disegnatori, illustratori e studiosi contemporanei che si sono interrogati sulla controversa figura di Manfredini. Figura che ha, tra le altre cose, realizzato 66 tavole dedicate al Sommo Poeta e ha volgarizzato tutti i canti della Divina Commedia. Scardino ha inoltre allargato il campo d’indagine all’intera fortuna di Dante a Ferrara, nel periodo tra ‘800 e ‘900, periodo in cui – sottolinea – Dante è stato fonte di particolare ispirazione e di grande successo nell’opera di tanti artisti locali, di respiro nazionale e internazionale, tanto che oggi un quadro come il “Paolo e Francesca” del ferrarese Gaetano Previati è stato richiesto dal Museo Nazionale del Bargello di Firenze per la propria mostra dantesca. Proprio a questo periodo si deve inoltre la ricostruzione della celebre cripta degli Aldighieri nella chiesa di Santa Maria Nuova, a Ferrara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *