Nuova Ordinanza per il contenimento della diffusione del West Nile Virus

Contenimento della diffusione di Culex Pipiens (zanzara comune), vettore di infezione del nuovo Virus

E’ stata emessa una nuova Ordinanza del sindaco di Ferrara Alan Fabbri finalizzata a tutelare la salute pubblica per prevenire le malattie infettive trasmissibili all’uomo attraverso la puntura di insetti vettori (in particolare zanzara comune e zanzara tigre).

A seguito della segnalazione, da parte della Direzione Generale Cura della Persona, Salute e Welfare della Regione Emilia Romagna, di elevati livelli di circolazione del West Nile Virus nel territorio della Provincia di Ferrara, si è reso necessario alzare ulteriormente il livello di attenzione al fine di prevenire le possibili infezioni nei confronti dei soggetti più deboli ed esposti della popolazione.

Per questo motivo la nuova ordinanza obbliga tutti i soggetti che gestiscono ospedali, strutture socioassistenziali e luoghi di aggregazione di persone anziane, qualora siano dotati di spazi verdi circostanti, fruibili dagli utenti nelle ore serali, di effettuare trattamenti adulticidi con cadenza settimanale fino al 10 settembre 2022 da affidare a ditte specializzate in grado di effettuare gli interventi secondo le specifiche Linee Guida regionali.

Tale obbligo si aggiunge ai seguenti impegni che il Comune sta già portando avanti dal momento della prima notizia della diffusione del West Nile Virus nel nostro territorio.

– Continuare ad attuare rigorosamente in ambito urbano gli interventi di lotta antilarvale di competenza, come definiti nel Piano regionale arbovirosi 2022.

– Intensificare le attività di controllo e sostegno alle attività larvicide effettuate dai privati fornendo gratuitamente a tutti i cittadini che ne facciano richiesta, tramite le Farmacie Comunali e 26 farmacie private presenti nel territorio del Comune di Ferrara, i kit larvicidi da utilizzare in tutti i luoghi in cui siano presenti ristagni d’acqua non eliminabili;

– Effettuare interventi straordinari preventivi con adulticidi qualora sia in programma una manifestazione che comporti il ritrovo di almeno 200 persone nelle ore serali in aree verdi all’aperto.

– Garantire un’adeguata manutenzione dei parchi pubblici con particolare attenzione alla rimozione dei potenziali focolai larvali eliminabili e al trattamento di quelli non eliminabili.

– Potenziare gli interventi comunicativi incentrati sulla necessità di proteggersi da punture dalle zanzare Culex, vettori del West Nile Virus, sia tramite i professionisti della sanità sia attraverso i siti istituzionali anche di gestori di oasi naturalistiche, associazioni di volontariato naturalistiche e sportive, ecc.

A tal proposito si fa presente che sono disponibili gli strumenti comunicativi della campagna regionale scaricabili dal sito

 

A cura del Settore Servizi alla Persona – Servizio Politiche Sanitarie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.