Nuova piena più alta di 80 centimetri in arrivo. Sgombero golene e nuovi fontanazzi – VIDEO

po_pp

Il colmo di piena del Po è passato ieri a Ferrara senza destare particolari preoccupazioni ma ne è in arrivo un’altra, una piena addirittura superiore di circa 80 centimetri. Una situazione dunque di alta criticità ma dentro i parametri previsti da Aipo. Intanto il tavolo sulla piena del Po si riunirà in Prefettura domani alle 12. Le sollecitazioni a cui però è sottoposto il Grande Fiume da diverse ore hanno creato sopratutto nel Basso Ferrarese cinque fontanazzi, ossia infiltrazioni d’acqua che sorgono improvvisamente vicino agli argini indebolendoli. Punti critici monitorati costantemente dalla Protezione Civile e da Aipo.

Il livello tre, il più alto previsto da Aipo, è previsto tra Casalmaggiore e il mare Adriatico. Il colmo domenica sera era in corso a Ponte Becca e la piena nel ferrarese è attesa fra domani e mercoledì. In mattinata la piena è transitata a Piacenza, con valori attorno a 7,80 m sopra lo zero idrometrico e a Cremona invece è attesa per lunedì sera con valori attorno ai 4,60 metri sopra lo zero idrometrico. Oltre alle golene aperte, tuttora in larga parte allagate, anche le golene chiuse secondarie potranno essere interessate dalla nuova piena.

La Protezione civile dell’Emilia Romagna ha emanato un nuovo allerta, aggiornando la fase di allarme già attiva per la piena di domenica. Nel corso della notte tra sabato e domenica il livello del Po a Pontelagoscuro si è mantenuto stazionario, mentre domenica alle 23 il livello del Po a Ferrara era attorno a 2 metri 63.

GOLENE: EVACUAZIONI IN CORSO – Trasferimento per 1.100 residenti aree golene. 598 già evacuati nei comuni rivieraschi da Piacenza a Ferrara. Sono 598 i cittadini residenti nelle aree golenali a rischio di allagamento già evacuati in via precauzionale a causa dell’ondata di piena del Po in Emilia, mentre altri 524 sono in attesa di essere trasferiti o in corso di trasferimento. Tutti i Comuni rivieraschi delle province di Piacenza, Parma, Reggio e Ferrara, coordinati dalle Prefetture, stanno infatti procedendo ad attuare le ordinanze di evacuazione. Le operazioni, ha reso noto la Regione, si stanno svolgendo regolarmente.

FONTANAZZI – Per ora gli unici problemi emersi risultano essere alcuni fontanazzi, a Francolino, a Mesola, a Ruina e a Coronella. Si tratta di fontanazzi piccoli che non hanno destato particolare preoccupazione e che gli addetti hanno prontamente provveduto a contenere e chiudere, come dimostrano questi video girati dai tecnici dell’autorità di bacino in servizio sul territorio.

L’attenzione è massima anche a Bondeno dove si sa già che la decrescita del livello del fiume durerà poco, perché anche nell’alto ferrarese martedì è attesa la nuova ondata di piena.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/piena_po.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/nuova-piena-del-po_20141117172004.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.