Nuova scossa da 5.1. Nuovi crolli a Sant’Agostino

Una nuova scossa di terremoto di forte intensità, a soli 4,7 chilometri di profondità, è stata avvertita nelle zone terremotate dell’Emilia Romagna.

A Sant’Agostino è crollata un’altra parte del municipio. Il sisma, durato diversi secondi, è stato avvertito anche a Bologna e nel rodigino. Danni anche alla chiesa di Buonacompra, già distrutta dal sisma delle 4 di questa notte. L’epicentro è stato localizzato tra i comuni di Galliera, Bondeno, Mirabello, Poggio Renatico e Vigarano Mainarda.

Sembrerebbe che non ci siano altre situazioni critiche” create dalle ultime scosse. Lo ha detto parlando con i giornalisti a Sant’ Agostino, il comandante provinciale dei carabinieri di Ferrara, Antonio Labianco, che ha accompagnato il ministro Gnudi in un sopralluogo. L’ufficiale ha spiegato che è in corso un piano che coinvolge i sette comuni interessati dal sisma che ha come obiettivo far rifocillare e far dormire le persone senza casa. Sono in corso anche verifiche da stamattina sulla stabilità e sulla viabilità. Il colonnello ha spiegato che non c’é ancora un numero preciso di sfollati, ma si tratta di numeri comunque gestibili.

I tecnici Enel Rete Gas invece hanno rilevato alcune dispersioni di gas in impianti interni di alcune abitazioni nella frazione San Carlo del comune di Sant’Agostino.

I tecnici, per evitare travasi di gas dalla rete, hanno momentaneamente disattivato le forniture interessate, mentre procedono i controlli sulle tubazioni e gli interventi di riparazione. La riapertura delle valvole a monte dei contatori – spiega Enel Rete Gas – verrà effettuata solo a seguito dell’ accertamento della tenuta interna di ogni impianto. La rete gas al momento risulta regolarmente in servizio per tutte le altre utenze regionali.

Coop Estense ha tenuto chiusi oggi tutti i supermercati delle province di Modena e Ferrara colpite dal terremoto. La decisione, fa sapere la cooperativa, è stata presa in considerazione delle difficoltà con cui è alle prese la popolazione colpita dal sisma, sia per consentire un controllo delle strutture e dei prodotti all’interno dei supermercati.

La Procura di Ferrara intanto  ha avviato indagini sui decessi provocati dal sisma. Il procuratore capo reggente Nicola Proto e il pm di turno Ciro Alberto Savino hanno già disposto il sequestro delle aree delle aziende dove vi sono state le vittime. Gli accertamenti vengono fatti in relazione al rispetto delle normative antisismiche.

L’intervista al sindaco di Sant’Agostino, Toselli:

[flv image=”https://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/05/01-int-toselli-sindaco-sntagostino.jpeg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120520_01.flv[/flv]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *