CADF ha un nuovo Presidente: Maira Passarella guiderà l’acquedotto del Delta per i prossimi tre anni

Ha 42 anni, di Goro, è ingegnere e architetto, e per i prossimi tre anni guiderà il CADF-Acquedotto del delta: è Maira Passarella, nominata presidente del CADF dopo aver fatto parte del consiglio di amministrazione.

Le responsabilità di guidare una realtà di prestigio come Cadf sono molto elevate e corrono parallele con le idee che il nuovo presidente è disposto a mettere in campo per far crescere ulteriormente l’azienda, soprattutto nella capacità di farsi veicolo di conoscenza. L’ambizione della neo presidente, di qui ai prossimi 3 anni, è infatti quella di far conoscere Cadf ai cittadini oltre il suo naturale ruolo di gestore del ciclo idrico integrato – nei comuni del Basso Ferrarese – e quindi impegnarsi concretamente a diffondere una cultura sull’uso responsabile della risorsa idrica, attraverso una costante ed attenta opera di sensibilizzazione sulle modalità d’utilizzo di questo bene primario. Servizio e cultura, quindi, per un binomio che vuole portare il nome di Cadf anche ben fuori i confini territoriali di azione quotidiana.

Un secondo obiettivo che si è prefissato la nuova presidente è quello di stabilire un filo diretto con i cittadini «cui dobbiamo cercare di essere sempre più vicini» ha detto Maira Passarella. A questo scopo verrà intensificata l’attività di comunicazione dell’azienda anche prevedendo l’utilizzo dei nuovi strumenti social. «Il mio mandato – chiude la presidente – è in continuità con il precedente sul fronte degli investimenti aziendali per il miglioramento della sostenibilità, dell’efficienza energetica con una nuova attenzione per la valorizzazione del territorio». Il Cda di Cadf sarà composto quindi dalla presidente Passarella e dai consiglieri Antonio Cardi e Lorenzo Campana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *