Occhiali usati per i più bisognosi: al via la raccolta promossa dai Lions club di Ferrara e Afm Farmacie Comunali

Si calcola siano 120 milioni le persone nel mondo con problemi di vista e molte di loro, specie nei Paesi meno sviluppati, non possono permettersi l’acquisto di occhiali. Per aiutarle a vedere meglio e migliorare così anche la qualità della loro vita i Lions club di Ferrara, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale e la collaborazione di Afm Farmacie Comunali di Ferrara, lanciano l’iniziativa benefica di raccolta di occhiali usati, da vista o da sole, da inviare alle popolazioni più bisognose.

“E’ un’iniziativa – ha spiegato oggi in conferenza stampa l’assessore alle Politiche sociali Cristina Coletti – di grande importanza per il nostro territorio, che punta a sensibilizzare i cittadini, offrendo loro la possibilità di donare e di aiutare gli altri. Ringrazio, anche a nome del Sindaco, i Lions club ferraresi e l’Afm per l’impegno e la collaborazione offerti per garantire a questa iniziativa tutti i presupposti per avere successo”.

A occuparsi di raccogliere gli occhiali usati saranno le undici Farmacie comunali dislocate nel territorio (v. elenco), oltre alla parafarmacia di corso Porta Mare 106-108, che metteranno a disposizione delle scatole dedicate al progetto, all’interno delle quali i loro clienti potranno lasciare gli occhiali, ancora integri e in buono stato, che non usano più.

Come spiegato da Lionella Ragazzini, che da anni si occupa del Programma Lions di raccolta e riciclaggio di occhiali usati, questi vengono poi inviati al Centro italiano Lions di raccolta a Chivasso (TO), dove vengono accuratamente puliti, trattati e classificati per gradazione e quindi distribuiti ai volontari Lions, medici e gruppi umanitari che si occupano della distribuzione.

“Gli occhiali vengono destinati ai Paesi in via di sviluppo, in Africa, Sud America, Romania – ha precisato ancora Lionella Ragazzini – dove acquistarli nuovi costa quanto uno stipendio e dove possono essere fondamentali specialmente per i bambini che ne hanno bisogno per studiare e per i lavoratori che altrimenti non riescono a svolgere le loro attività. Per essere certi che tutto vada a buon fine, i soci Lions si occupano, poi, sempre in prima persona, delle consegne degli occhiali direttamente nelle mani delle persone cui sono destinati, che si presentano con certificato rilasciato da un medico Lions”.

“Dopo il difficilissimo periodo della pandemia, che ha visto le farmacie lavorare sempre in prima linea – ha sottolineato l’amministratore di Afm Luca Cimarelli – quello della raccolta degli occhiali è un primo passo per le farmacie comunali per tornare a essere sempre più attive in campagne sociali e attività di servizio, con particolare attenzione all’educazione sanitaria e ai progetti di sostegno alle fasce più deboli della popolazione”.

“Afm – ha confermato la direttrice generale di Afm Paola Nocenti – è sempre molto attenta alle esigenze dei cittadini e del territorio, è una presenza attiva nei quartieri, a fianco delle famiglie e delle persone più fragili dal punto di vista economico e sociale. Il valore di questa iniziativa si inserisce proprio nel solco dell’attenzione che da sempre Afm ha verso la lotta allo spreco di beni preziosi a cui non tutti hanno facoltà di accesso, per una ridistribuzione. Molto importante è poi anche il valore educativo che l’iniziativa riveste in termini ambientali di riuso dei materiali”.

“Si tratta – ha precisato infine il presidente del Lions club Ferrara estense Giorgio Ferroni – di un progetto portato avanti unitamente da tutti i Lions club di Ferrara, e rappresenta l’ennesima azione da noi condotta a beneficio del territorio e della collettività, con l’appoggio delle Istituzioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *