Occlusione intestinale: al Sant’Anna di Cona un intervento di emergenza salva la vita ad un imprenditore ferrarese

E’ considerata una patologia subdola, all’origine di un intervento chirurgico di urgenza ogni due, che, in 8 pazienti su 100, può portare al decesso.

Parliamo delle occlusioni intestinali causate dalla sindrome aderenziale, un blocco del tratto intestinale che si verifica senza avvisaglie, in genere dopo gli interventi chirurgici, ma può comparire anche all’improvviso creando problemi di diagnosi, laddove non ci siano equipe preparate a riconoscerla e a trattarla chirurgicamente, come, per fortuna è accaduto di recente ad un imprenditore ferrarese, operato con successo in Chirurgia di emergenza all’Arcispedale Sant’Anna, di Cona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *