Oggi è la Giornata nazionale delle vittime del Covid

Il 18 marzo è la Giornata nazionale delle vittime del Covid, istituita proprio nelle ultime ore dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. A Bergamo – città simbolo della pandemia – si è tenuta la cerimonia commemorativa, iniziata alle 11.00 con un minuto di silenzio in ricordo delle vittime, a cui è seguito l’accompagnamento con le note della tromba di Paolo Fresu.

Presenti alla cerimonia, il premier Mario Draghi e diversi esponenti del mondo politico e religioso, tra i quali il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ed il sindaco di Bergamo Giorgio Gori.

Al Cimitero monumentale della città, il Presidente del Consiglio ha inizialmente deposto una corona di fiori.

Subito dopo al Parco Martin Lutero alla Trucca, vicino all’ospedale Papa Giovanni XXIII si è svolta l’inaugurazione del Bosco della Memoria con la cerimonia per la messa a dimora dei primi 100 alberi.

Il premier Draghi ha piantato un tiglio, albero simbolo della longevità.

La giornata scelta è quella in cui un anno fa i camion dell’esercito partirono da Bergamo carichi di bare destinate ai crematori di altre città, tra cui quella di Ferrara.

Il sindaco di Ferrara Alan Fabbri, nel ricordare proprio questo triste momento, ha anticipato che domenica 21 marzo, alle 11.30, a distanza di un anno esatto dall’arrivo di quei camion militari, si terrà una cerimonia in ricordo di tutte le vittime di Covid in Certosa.

Non sarà aperta al pubblico ma sarà trasmessa in streaming.

Il presidente della Regione Stefano Bonaccini, a sua volta, ha ricordato le oltre 11.000 vittime dell’Emilia-Romagna, esprimendo vicinanza alle famiglie che hanno sofferto.

Un pensiero su “Oggi è la Giornata nazionale delle vittime del Covid

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *