Oggi l’addio al comandante Zanardi

Si sono svolti  questa mattina alle 11 nella chiesa di S. Spirito i funerali del domandante Giorgio Zanardi, scomparso venerdì scorso all’età di 97 anni.

Alla famiglia e in particolare ai figli il cordoglio sincero di Telestense.

Terzogenito di una famiglia che ha segnato nella seconda metà del secolo scorso la storia della città e del Paese e che continua ad avere figure di spicco nell’ambiente culturale ed economico ferrarese, Giorgio Zanardi, il comandante, come tutti a Ferrara lo chiamavano con deferenza e rispetto affettuoso, entrò in Marina giorvanissimo, diventò tenente di vascello, ricoprì ruoli importanti compiendo azioni valorose che gli valsero la medaglia d’argento al valor militare.

Nel 1944, a  31 anni, rifiutò di arruolarsi.nella Marina di Salò, testimoniando  con questo rifiuto la ferma volontà di dissociarsi dal nazi-fascismo. Con lui scompare un testimone della Ferrara del ‘900, una mente lucidissima ed una personalità di grande rigore morale e impegno civile. Oggi a tributargli il doveroso e sentito omaggio della comunità ferrarese  i rappresentanti delle Istituzioni e una grande folla di amici e concittadini, che ne ricordano l’intensa attività svolta, dopo la laurea in Scienze diplomatiche presa a Cà Foscari, nel secondo dopoguerra,  come imprenditore di successo, direttore delle assicurazioni “Generali” poi dagli anni ’70 della Navale Assicurazioni.

Fu Presidente nazionale dell’Istituto del Nastro Azzurro fino al 2009, una carica prestigiosa per il valore dell’Istituto, da cui si ritirò per raggiunti limiti di età come ebbe lui stesso a dire in un memorabile discorso.

Il Comune di Ferrara con il sostego di numerose associazioni combattentistiche ferraresi volle conferirgli o 4 anni fa nel corso della a breve, ma partecipatissima cerimonia, di cui vi riproponiamo le immagini una targa di riconoscenza, allora fu la vice sindaco Rita Tagliati a sottolineare  il contributo civile ed economico, dato dal Comandante Zanardi, alla comunit’ ferrarese in quest’ultimo mezzo secolo. Il Comandante, notissimo a Ferrara per la partecipazione costante alla vita socioeconomica e civile della città, ringraziò allora  con autentica modestia, scusandosi per aver indotto tante persone ad occuparsi di lui. Accettando quel riconoscimento come Presidente dell’Istituto del Nastro Azzurro, che nel Paese ha il compito di diffondere gli ideali di civismo e di patriottismo, che guadagnarono ai soci tante medaglie al valor militare, il Comandante Zanardi,volle il 22 dicembre di 4 anni fa ricordare l’aspetto tragico della guerra, aggiungendo che il Paese oggi non ha bisogno di eroi, ma di cittadini che sappiano costruire insieme il futuro, senza egoismi e faziosità. Un messaggio sempre attuale, che oggi , a pochi giorni dalla sua scomparsa in un momento di grave crisi morale del paese , ci sembra doveroso riproporre per rendergli l’omaggio più consono alla sua figura.

[flv image=”https://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/04/zanardi-300×119.jpg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120430_06.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *