Oggi sui media – VIDEO

L’attentato di Londra e i disordini di Torino: sono questi gli argomenti che tengono banco sulle prime pagine dei mezzi di informazione, quotidiani, notiziari radiofonici, siti internet all news.

 
Il Corriere della Sera apre il proprio sito internet con una notizia esclusiva: Youssef Zaghba, – spiega il titolo del Corriere – il terzo terrorista di Londra, fu fermato nel 2016 a Bologna: la madre vive ancora lì.

Analoga notizia compare sulla prima pagina di Repubblica, che più in basso si sofferma anche sull’andamento della guerra all’Isis in Medio Oriente: L’alleanza curdo-araba: “Siamo entrati a Raqqa.

“Sarebbe dunque iniziata la grande battaglia per liberare la città considerata capitale dell’Isis.il sedicente stato islamico considerato il mandante ultimo del terrorismo.

Intanto maturano, sul versante economico, novità di rilievo per quanto riguarda Alitalia, la compagnia aeronautica tricolore: lo scrive il Sole 24 ore, quotidiano economico di Confindustria. Per Alitalia arrivate trentadue manifestazioni di interesse. Lo ha affermato il commissario straordinario di Alitalia, Stefano Paleari. Un risultato accolto con sollievo – spiega il quotidiano – da governo, commissari e addetti ai lavori.

La Stampa, quotidiano nazionale con sede a Torino, dà grande rilievo alle ultime notizie su ciò che è accaduto sabato sera a Piazza San Carlo: A Torino non c’era un piano di emergenza. Ignorata la circolare di Gabrielli – Disattese le misure dettate dal capo della Polizia dopo la strage di Manchester. Per piazza San Carlo assenti il centro di coordinamento, steward e punti raccolta per feriti.

Inevitabilmente il dibattito sulla legge elettorale perde posizioni tra gli interessi dei media nazionali: tuttavia poco dopo mezzogiorno Angelino Alfano conquista l’apertura dell’Agenzia ANSA accusando di incostituzionalità il sistema elettorale alla tedesca su cui si sono accordati PD, Forza Italia, Lega e Movimento Cinque Stelle. Un sistema elettorale, che per la verità danneggia i partiti più piccoli come Alleanza Popolare.
Quanto agli approfondimenti, possiamo rivolgerci al Post che dedica uno speciale alle elezioni inglesi in programma per giovedì prossimo: si tratta di elezioni molto importanti, dall’esito non scontato, ancor più importanti dopo i recenti attentati che hanno colpito proprio il Regno Unito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *