Omaggio al Duca, c’è Santo Spirito

santo spiritoE’ il Rione gialloverde di Santo Spirito a chiudere la rassegna primaverile dell'”Omaggio al Duca”.

Domenica 1 maggio infatti, la Contrada che innalza l’impresa della “granata svampante”, rievocherà, nel cortile del Castello Estense, l’arrivo a Ferrara, nel gennaio del 1452, di Galeazzo Maria Sforza, di soli 8 anni, Conte di Pavia e futuro Duca di Milano. Ad accogliere il giovanissimo Galeazzo, assieme ai genitori, Francesco I Sforza e Bianca Maria Visconti ed al suo seguito, sarà il Duca Borso, accompagnato dalla sua Corte.

Momento centrale della cerimonia, sarà il dono che gli Sforza, faranno a Borso: gli storici “Trionfi”, mazzi di carte create e dipinte appositamente, per l’occasione. Come sempre, il Rione saprà offrire al pubblico presente, uno straordinario anticipo delle manifestazioni che caratterizzeranno il mese di maggio, grazie al magico suono di tamburi e chiarine, all’abilità degli sbandieratori ed alla grazia e l’eleganza delle danzatrici. Ad arricchire il corteo di Santo Spirito, saranno presenti i Musici e gli sbandieratori di Maestà della Battaglia di Quattro Castella, musici e sbandieratori Arquatesi di Arquà Polesine, musici, sbandieratori e il Corteo del Palio di San Lorenzo di Occhiobello e ancora, musici e sbandieratori Città di Feltre ed il Gruppo Storico “Compagnia Borgo del Diavolo” di Argelato.

Uno spettacolo insomma, che arte, storia ed emozione rendono davvero irrinunciabile, nell’attesa della Benedizione dei Ceri in Cattedrale, veneredì 6 maggio, le gare delle bandiere, nei due successivi fine settimana, il Corteo Storico sabato 21 e, l’ultima domenica di maggio, le Corse al Palio in piazza Ariostea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *