Omaggio al Duca: tocca a Santa Maria in Vado

b

Secondo importante appuntamento con gli eventi del ricco programma del Palio 2016.

Domenica 13 marzo, alle 11:30, sempre nel cortile del Castello Estense, sarà il Rione di Santa Maria in Vado a portare in scena il suo spettacolo per il secondo Omaggio al Duca.

Anche in questo caso alla base dell’atteso spettacolo della Contrada dell’Unicorno vi è un’approfondita ricerca storica e, ovviamente, la passione messa in campo dai contradaioli gialloviola.

Grazie al resoconto di una lettera inedita conservata all’Archivio di Stato di Modena, i figuranti della Contrada di Santa Maria in Vado – assistiti dai personaggi della Corte Ducale – rievocheranno la cerimonia di consegna al principe Alfonso d’Este dell’Ordine Cavalleresco di San Michele, onorificenza conferita unicamente dai sovrani di Francia ai nobili di alto lignaggio distintisi per fedeltà alla Chiesa e meriti militari a favore della Corona. Nel marzo del 1502 l’ambasciatore Philippe de la Roche insignì il futuro duca di Ferrara del prestigioso collare d’oro, con la richiesta di recarsi a breve in Francia per il rito ufficiale dell’ossequio, che avvenne infatti due mesi dopo a Grenoble, al cospetto di Re Luigi XII.

Nella rappresentazione si riserverà ampio spazio alle danze cortesi e alle esibizioni degli sbandieratori juniores che, affiancati dagli adulti, offriranno singolarmente e collegialmente un’anticipazione degli esercizi in vista delle imminenti competizioni in piazza del Municipio.

Nella compagine della Contrada sarà presente una delegazione dei “Barberi di Fusignano”, associazione folcloristica costituitasi nei primi mesi del 2013 con lo scopo di preservare e valorizzare le tradizioni storiche della cittadina romagnola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *