Omicidio di Cento, ancora non si trova l’arma

Continuano le ricerche dell’arma del delitto usata per uccidere Marco Paltrinieri a Cento, nella notte tra Pasqua e Pasquetta. L’omicida, Federico Fantoni, reo confesso e che si trova in carcere, agli inquirenti afferma di non ricordare dove ha gettato il coltello usato per colpire quello che era il suo amico e la maglietta, probabilmente sporca di sangue, che indossava la notte del 9 aprile, quando al termine di una cena, si è consumato l’omicidio.

Questa mattina i carabinieri della Compagnia di Cento, con ausilio unità cinofile e metal detector hanno continuato a cercare arma e maglietta nell’area circostante il luogo dell’omicidio e nella  zona che Fantoni, secondo quanto da lui stesso raccontato, ha percorso nel ritornare a piedi a casa dopo il delitto. Ricerche che però al momento hanno dato esito negativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *