Arrestati due giovani per l’omicidio del sottomura

Oggi il gip Piera Tassoni ha convalidato l’arresto nei confronti di un giovane marocchino, Nabil Benabdennaby, che avrebbe partecipato all’aggressione. Si tratta del secondo fermo e intanto il Questore Mauriello dice che non si tratta di una faida.

“Finché ci saremo noi non ci sarà nessuna faida tra marocchini e tunisini”. A dirlo, oggi pomeriggio in conferenza stampa, il questore di Ferrara, Luigi Mauriello, che ha parlato dell’omicidio di domenica sera nel sottomura di via Baluardi.

“Un caso che in città ha procurato troppo allarmismo” sostiene il Questore. Secondo gli investigatori infatti, l’aggressione poi sfociata in omicidio potrebbe essere riconducibile a una spedizione punitiva, organizzata in seguito a uno screzio tra due persone avvenuto qualche giorno prima.

Quindi si sgonfia l’ipotesi della faida tra etnie. Sempre secondo la Polizia, la faida tra etnie per la conquista del territorio dello spaccio di droga sarebbe da escludere, perché marocchini e tunisini hanno le loro zone, il sottomura di via Baluardi e il sottomura di San Giovanni.

Non si scarta invece l’ipotesi di un torto passionale, come ad esempio una donna contesa  tra due uomini. Per ora però gli inquirenti, oltre a cercare l’arma del delitto, una spada di origine giapponese katana di cui per ora si è trovato solo il fodero, stanno cercando tutti i partecipanti all’aggressione di domenica sera.

“Più di dieci persone per il 90% clandestini e quindi difficili da rintracciare”. A dirlo il capo della mobile della Polizia Andrea Crucianelli, che sta conducendo le indagini coordinate dal pm Ciro Alberto Savino. Oggi intanto è stato convalidato il fermo in carcere a Ferrara per Nabil Benabdennaby, il 23enne di origine marocchina, accusato di concorso in omicidio.

Il 23enne era stato fermato, lunedì scorso, dopo la fuga dal bar di Santa Maria Maddalena, dove c’era un gruppo di tunisini che l’avevano riconosciuto  come partecipante all’aggressione del sottomura. In carcere intanto era già finito anche un minorenne sempre di origine marocchina, feritosi leggermente domenica sera nella rissa del sottomura.

“L’attenzione della Polizia rimane comunque alta” aggiunge il Questore Mauriello, “e la prossima settimana incontrerò il sindaco e il prefetto di Ferrara per fare il punto sulla sicurezza in città”.

[flv image=”https://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/05/3sottomura-300×119.jpg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120504_03.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *