Omicidio Spadari, in manette dipendente

L’arresto di Petru (Fonte: Stirile pro tv)

La Polizia romena ha arrestato il dipendente di Luciano Spadari che secondo le ricostruzioni i carabinieri di Comacchio sarebbe il presunto omicida del vivaista trovato morto lo scorso 4 maggio. Un omicidio efferato dicono gli inquirenti: il movente probabilmente potrebbe essere stato il denaro, quasi 3000 euro, che Spadari era solito portare in un marsupio.

Grazie alla collaborazione con la Polizia romena, i carabinieri coordinati dal magistrato Barbara Cavallo hanno identificato l’uomo: si tratta di un romeno Josif Marian Petru, operaio di 29 anni, con precedenti per violenza. Petru da Timisoara era venuto in Italia dove era stato assunto da Spadari nel suo vivaio, a San Giuseppe di Comacchio.

Il corpo del vivaista fu rinvenuto dopo ore dal decesso. Dopo l’uccidione infatti fu ben nascosto nella sua azienda, tra tubi e piante.

Il Petru, secondo le ricostruzioni investigative, dopo l’assassinio prese l’auto del Spadari per raggiungere Codigoro e da lì fuggire dall’italia.

Ma nel corso della sua fuga in auto lo stesso Petru venne fermato da un posto di blocco dei carabinieri. Un controllo da parte dei militari effettuato prima ancora che fosse noto l’assassinio del vivaista.

Nell’auto di Petru i carabinieri si accorsero di alcune chiazze di sangue che ai militari giustificò essere chiazze di una cane ferito. Una motivazione supportata da un certificato veterinario che non insospettì i militari che tuttavia lo denunciarono per possesso di un’arma impropria, cioè una mazza da baseball presente nel baule. Giunto finalmente a Codigoro il romeno con la corriera ha poi raggiunto la città e da qui ha preso la strada per tornare nel suo paese d’origine.

Le indagini successivamente hanno condotti i carabinieri a cercare il presunto omicida proprio in Romania e grazie all’intervento della polizia locale è stato rintracciato e arrestato mentre si trovava nella casa dei suoi genitori.

Secondo il colonnello della Polizia romena, Marian Mandroc, l’assassino avrebbe confessato l’omicidio ma sarà l’interrogatorio coi pm ad accertare la dichiarazione.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=0aed2af1-6e9e-41dd-a899-906e391664f4&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

2 pensieri riguardo “Omicidio Spadari, in manette dipendente

  • 22/09/2012 in 19:37
    Permalink

    l etnia rom non vuoldire essere nato in romania!!!!!! ma l etnia rom è in realta una etnia di ceppo indiano con varie nazionalita!!!

    per i commentatori che desiderano informarsi distinguendo l etnia rom cioe gli zingari con noi romeni neolatini cristiani leggano in wikipedia la parole etnia rom o zingaro e vedra che cè scritto etnia rom=di ceppo indiano con varie nazionalita esistono rom italiani rom spagnoli rom ungheresi!! ecc

    la polizia della romania ha detto che l arrestato è parte dell etnia rom che telestense naturalemnte non ha voluto riportare nell articolo magari cari commentatori italiani perche non dite che la polizia della romania odia l etnia rom e li mena a sangue questo non lo dite !

    Rispondi
  • 22/09/2012 in 19:39
    Permalink

    gli italiani dovrebbero informarsi un po di piu anziche condannare subuito! cioe informatevi sul significato dlla parola zingari o etnia rom!!! e il significato della parola romania! e la sua storia vedi codreanu il capo dei cuib questo vi dice gia tutto!! leggete e informatevi commentatori didestra radicale di ferrara e dintorni! grazie

    la romania odia l etnia rom una etnia di ceppo indiano!!! (wikipedia e treccani)

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *