Onoreficienze ai ferraresi internati nei lager

onoreficienze-prefettura-pp

E’ toccato al giovanissimo tenore Ludovico Creti concludere, con il proprio canto, la cerimonia che il 2 giugno, in prefettura, ha costituito l’ultimo atto delle celebrazioni per la festa della repubblica.

18 internati nei lager nazisti hanno ricevuto la medaglia d’onore del presidente della repubblica durante giornata di celebrazioni.

E’ avvenuto nel corso di una cerimonia presso la Prefettura di Ferrara, alla presenza del Prefetto Provvidenza Raimondo, del sindaco Tagliani, della presidente della provincia Zappaterra, del nuovo questore di Ferrara Orazio d’Anna, e del generale Mirco Zuliani, comandante della Base Nato di Poggio Renatico.

Due dei diciotto ex internati a cui è stata conferita l’onorificenza hanno ritirato la medaglia personalmente: si tratta di Oriade Bacilieri di Ferrara, classe 1922, e di Fabio Pelati di Gambulaga, classe 1919. Agli altri sedici, il riconoscimento è stato conferito alla memoria.

Dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, centinaia di migliaia di soldati italiani furono catturati dai tedeschi, e la grande maggioranza di loro non accettò di passare alla Repubblica di Salò: da qui l’internamento ce riguardò anche alcune centinaia di ferraresi di cui la prefettura e l’istituto di studi rinascimentali stanno recuperando anno dopo anno la memoria.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *