Ore di terrore a Monaco di Baviera – LA TESTIMONIANZA DI UN FERRARESE

sparatoria-monaco-ultime-notizie-centro-commercialeUn’altra grande città europea preda del terrore: è accaduto ieri sera a Monaco di Baviera.

Un diciottenne tedesco, di origini iraniane, con doppio passaporto, ha aperto il fuoco prima all’esterno , poi all’interno di un centro commerciale di Monaco, nella zona del villaggio olimpico che ospitò le olimpiadi del 1972: nove morti – tra cui lo stesso attentatore – e 27 feriti, alcuni dei quali molto gravi.

Sembra ormai appurato che l’attentato di Monaco non abbia nulla a che fare con il terrorismo islamista pilotato dal califfato islamico, cioè dall’Isis. Ma durante la notte si sono susseguite le notizie più diverse: si è parlato di un inesistente commando di tre attentatori, di più sparatorie l’una dopo l’altra, di rivendicazioni via social network in realtà mai arrivate. L’allarme è stato revocato intorno all’una di notte.

Sono altrettante testimonianze del clima di terrore e di paura in cui vivono oggi le città europee.

Molti sono gli italiani che vivono e lavorano a Monaco di Baviera. Tra questi anche Marco Scarazzati, giovane ingegnere ferrarese che ieri sera si trovava in tangenziale quando è avvenuto l’attentato.

Ci ha raccontato la sua esperienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *