Ospedale Comacchio, Lega Nord chiede inchiesta su fondi ristrutturazione

02 san camillo-1

I consiglieri Alan Fabbri e Marco Pettazzoni (Lega Nord) hanno avanzato alla Presidenza dell’Assemblea legislativa la richiesta di istituire “una commissione speciale d’inchiesta per verificare se i fondi regionali spesi per la ristrutturazione dell’Ospedale San Camillo di Comacchio (Fe) siano da considerarsi spreco di denaro pubblico e per accertare l’ipotesi di reato di danno erariale”.

Sulla ristrutturazione al San Camillo terminata nel 2010, i consiglieri parlano di “un investimento di circa 13 milioni di euro da parte della Regione Emilia-Romagna, comprensivo di arredi e nuove tecnologie sanitarie. Nell’aprile del 2011- rilevano gli esponenti Ln-, in documenti ufficiali del partito di maggioranza relativa a Ferrara si decretava di fatto la chiusura del San Camillo in quanto ospedale: verosimilmente a causa della imminente apertura dell’Ospedale di Cona, struttura ospedaliera realizzata e sovradimensionata con oltre 200 posti letto in più rispetto agli indici di legge previgenti”.

Nel chiedere l’istituzione della commissione speciale, Fabbri e Pettazzoni concludono: “È opportuna e necessaria un’operazione di trasparenza, oltre che di ferma volontà da parte di tutte le istituzioni per accertare le responsabilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *