Ospedali, radiologia unica: sindacato medici dice “no”

radiologia unica ospedaleNo alla Radiologia unificata S.Anna-Delta. Il sindacato dei medici, Anaao-Assomed è contrario alla nuova unità operativa complessa nata alcuni mesi fa. “E’ illegittimo perché non c’è normativa” dice il sindacato dei medici che ha presentato tutte le azioni necessarie per annullare il progetto.

Una denuncia all’ispettorato del lavoro depositata lo scorso 4 ottobre, una segnalazione in Procura e un ricorso, già inviato, al Capo dello Stato. Sono le azioni che Anaao Assomed ha attuato per dire di no al reparto unico nato dalla fusione tra la radiologia dell’ospedale del Delta di Lagosanto, che fa capo all’azienda Usl e la radiologia dell’ospedale S.Anna a Cona che fa capo all’Azienda Ospedaliero-Universitaria. “Si sono inventati un reparto illegittimo, dice il sindacato dei medici, perchè non c’è normativa. Abbiamo chiesto alle due aziende di tornare sui loro passi ma non ci hanno nemmeno risposto”. A questo poi va aggiunto il problema della mobilità del personale da Cona al Delta e viceversa: questo sconvolge carriere e stili di vita dei medici” conclude Pierluigi Api, segretario Anaao Assomed del S.Anna.

Il reparto, nato dalla fusione delle due radiologie, è diretto dal Professor Giorgio Benea e conta una 50ina di medici, più tecnici, infermieri ed operatori socio-sanitari.Per le dirigenze del S.Anna e dell’Azienda Usl, la fusione dei due reparti significa unione dei servizi a favore dei cittadini. Le due aziende stanno vagliando di attuare una fusioni anche per i reparti di ortopedia e di pediatria.

Domani mattina intanto in Prefettura si terrà il tentativo di conciliazione per il rispetto del contratto della Dirigenza Medica. Se non si troverà un accordo il rischio è di uno sciopero che i medici potrebbero proclamare anche prima di Natale.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *