Osteoartrite: un poblema per cani e gatti

cane veterinario

E’ una malattia causata dalla perdita di cartilagine in una articolazione, dovuta alla naturale usura o talvolta successiva ad una lesione o ad un intervento chirurgico.

Stiamo parlando della osteoartrite, la forma più comune di artrite che può colpire cani e gatti, con le articolazioni che si irrigidiscono riducendo progressivamente il movimento. L’osteoartrite non è purtroppo reversibile e quindi appare evidente come la diagnosi precoce sia molto importante. I sintomi che devono allarmarci sono una certa lentezza nei movimenti subito dopo aver riposato, esitare nel salire e scendere le scale, mostrare una insolita stanchezza dopo la consueta passeggiata e ancora, il fatto che preferisca stare sdraiato piuttosto che seduto o in piedi e che cerchi di mordere se toccato nell’area interessata.

Tra le cause più frequenti dell’insorgere dell’osteoartrite, ci sono l’età, il sovrappeso, incidenti o traumi e l’appartenenza ad una razza, tra le numerose particolarmente predisposte. Tra i gatti: Persiano, Siamese e Himalayano. Tra i cani: labrador, pastore tedesco, bassotto, maltese, carlino, rottweiler, barboncino nano ed altri.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *