Padovani, sindaco di Mesola: “Romea troppo pericolosa, occorre intervenire” – INTERVISTA

01 incidenti romeaServe un’alternativa alla Romea, è una strada troppo pericolosa.

Dopo l’ennesimo drammatico incidente mortale sulla statale 309, si torna a chiedere l’intervento per la messa in sicurezza dell’arteria e per realizzazione della cosiddetta Nuova Romea, “il progetto non è più tra le priorità del Ministero, spiega il sindaco di Mesola Padovani, ma occorre fare qualcosa per quella strada che è troppo pericolosa”. 60 morti dal 2003 ad oggi nei 41 km che insistono sulla Provincia di Ferrara. È questo il drammatico bilancio, aggiornato all’incidente di ieri, costato la vita ad un uomo di 71anni, delle vittime di incidenti avvenuti sulla Statale 309 Romea.

Una strada pericolosa di cui da anni si discute e per cui fino a poco tempo fa si intravvedeva lo spiraglio della Nuova Romea e della E45, come alternativa. Oggi però quel progetto è uscito dalle priorità del ministero per le Infrastrutture ma i sindaci dei comuni della provincia di Ferrara, che insistono su quest’arteria, non intendono arrendersi. “Sappiamo che quando un progetto viene tolto dalle priorità del Ministero la strada è dura, spiega il sindaco di Mesola Gianni Padovani, ma siamo tutti uniti e faremo fronte comune per riuscire a smuovere le cose”. L’incidente avvenuto ieri si è verificato all’altezza di uno svincolo, un elemento che rappresentano una delle massime criticità della statale Romea. Anche per questo il progetto di riqualificazione e messa in sicurezza dell’arteria prevedeva, ad esempio l’introduzione di rotonde in corrisipondenza degli svincoli.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.