PALAMANO: Estense e ARIOSTO sempre più in alto

pallamano

Nuova Era Casalgrande – Estense 27-32 (p.t. 14-14)

Nuova Era Casalgrande: Piccinini 9, Pranzo 2, Ruozzi 3, Usai, Lassouli 1, Ricciardo, Lenzotti, Barbieri, Giubbini 2, Rivi, Mammi 5, Montanari, Ceccarini 5, Russo. All: Samir Nezirevic
Estense: Giuseppe Sacco 2, Rossi, Anania, Zaltron 2, Nardo 4, Resca 5, Chiericatti, Ansaloni, Pikalek 13, Matteo Tosi 3, Giacomo Sacco 3, Marcello Tosi, Brancaleone, Tartaglione. All: Riccardo Di Vita
Arbitri: Iaconello – Iaconello

Tradizione confermata per la SGM che sbanca ancora una volta il
Palakeope di Casalgrande ed incamera tre preziosi punti salvezza. I
biancoazzurri costretti a rinunciare a Hristov con Nardo in non
perfette condizioni, scendono in campo con i due preziosismi jolly
Anania e Beppe Sacco a coprire il ruolo di ala, Tosi pivot, Momo
Sacco, Resca e Pikalek terzini. La striscia positiva di padroni di
casa e le non perfette condizioni dei ferraresi, rendono il clima
particolarmente sentito per un derby che negli ultimi anni é sempre
girato a favore degli uomini della presidente Ziosi; la posta in palio
é pesante: Casalgrande vuole confermare le ambizioni playoff, mentre
Ferrara ha bisogno di trovare conferme e punti su ogni campo.
L’andamento del primo tempo conferma il peso della posta in gioco e la
tensione che grava sugli atleti; il risultato scorre sui binari
dell’equilibrio e si sprecano palloni su entrambi i fronti. Alla pausa
ancora una volta, la quinta su sei per i ferraresi, il punteggio é in
parità: si potrebbe dire il “solito” 14 pari. Di Vita chiede con la
consueta veemenza una reazione ai suoi: maggiore determinazione
difensiva e grande concentrazione in attacco soprattutto nella fase
conclusiva del tiro. I biancoazzurri recepiscono l’input
dell’allenatore e piazzano subito il break che si rivelerà fatale per
la formazione di casa. Difesa solida e ripartenze inesorabili, portano
avanti i ferraresi fino al +4 che taglia letteralmente le gambe agli
uomini di Nezirevic. Ferrara gestisce bene il bottino accumulato e non
concede alcuna rimonta ai pur bravi reggiani e così per la SGM arriva
un’altra bella, inaspettata e rotonda vittoria. É piaciuta l’Estense
vista al Palakeope, ancora una volta lucida, matura e cinica nei
momenti topici dell’incontro, ben gestita da Massimo Di Vita, capace
di arginare la potenza di Mammi, Ruozzi e Piccinini e la veloce
freschezza di Lassouli e Ceccherini. Eccellente prova corale dove
tutti gli iscritti a referto hanno dato un prezioso contributo, ma va
sottolineata l’ennesima prova maiuscola di Michele Rossi, che ha
condito al propria prestazione con un consistente bottino di parate e
meriterebbe la convocazione per la nazionale maggiore viste le
indiscusse doti umane ed atletiche. Pikalek si é confermato cecchino
di razza -ben 13 marcature per lui- mentre Resca ha menato
egregiamente le danze per tutti i sessanta minuti con il solito
insostituibile lavoro difensivo. Ben recuperato dopo l’infortunio
lavorativo al piede Nerio Zaltron e due belle reti personali.
Archiviata questa preziosa vittoria per la SGM si affaccia
all’orizzonte un’altra sfida impossibile, dato che sabato prossimo
arrivano al Palaboschetto i fortissimi toscani dell’Ambra.

Ariosto Ferrara – Jomi Salerno 25-24 d.t.r. (p.t. 12-8, s.t. 22-22)
Ariosto Ferrara: Gambera, Perthaler, Fantini, Dobreva 8, Poderi, Verlato, De Marchi, Lo Biundo, Marrochi 3, Zuin 3, Brunetti, Marchegiani 3, Droghetti, Soglietti 8. All: Ernani Savini
Jomi Salerno: Trombetta, Avram 1, Coppola 3, Lamberti 2, Napoletano, Ferrentino, Iacovello, Pavlyk 10, Benincasa 2, Lauretti, Casale, Lambiase, Beba 6, De Santis. All: Giovanni Nasta
Arbitri: Carrera – Rizzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.