Palaspecchi, Cassa depositi e prestiti approva il progetto. Domani la Lega manifesta a Milano

palaspecchiIl progetto di riqualificazione del Palazzo degli specchi sembra ormai molto vicino all’approvazione definitiva da parte di coloro che dovranno gestirlo da un punto di vista sia finanziario sia operativo.

Lo conferma il sindaco Tiziano Tagliani: i consigli di amministrazione di Cassa depositi e prestiti e della la società investire SGR avrebbero già finalmente detto sì al progetto. Cassa depositi e prestiti sarà chiamata a versare il 70% circa dei 40 milioni di euro del Fondo Immobiliare responsabile della riqualificazione del palazzo; la società Investire Sgr avrà invece il ruolo di gestire quel fondo. Sarebbe pronto anche un accordo con la società Vittadello Intercantieri, che si occuperà degli aspetti edilizi, operativi, del progetto. Mancherebbe, a questo punto, solo la definiva adesione al progetto della società Ferrara 2007 che detiene la proprietà dell’immobile, dei costruttori romani Parnasi.

tagliani
Tiziano Tagliani
Sindaco di Ferrara

E tuttavia le polemiche non sono destinate a placarsi: per domasi infatti è prevista una nuova manifestazione contro il progetto di riqualificazione del Palazzo degli Specchi: l’ha organizzata per domani mattina, a Milano, la Lega nord ferrarese. Luogo della manifestazione, la sede della Cassa depositi e prestiti, che è il principale partner finanziario del fondo di investimento che dovrebbe portare a termine la parziale trasformazione del gigantesco edificio di via Beethoven.

“Chiederemo di essere ricevuti dai dirigenti della Cassa depositi e prestiti – spiegano gli organizzatori della manifestazione – vogliano che le enormi lacune del progetto vengano a galla e che l’amministrazione comunale trovi un accordo con i proprietari del Palazzo, cioè con la famiglia Parnasi, per la demolizione del Palazzo e la bonifica dell’area”.

Aree sportive, aree svago, aree dedicate agli anziani: questo è ciò che la Lega vorrebbe cedere in quell’area, in futuro, al posto del Palazzo degli specchi; il progetto sponsorizzato dall’amministrazione comunale, invece, prevede la trasformazione dell’edificio, no la sua demolizione, e la creazione di alloggi che verranno dati in affitto a famiglie a reddito basso con canoni di affitto calmierati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *