Palaspecchi, Lega Nord chiede intervento dei Noe: “l’immobile va sequestrato” – INTERVISTA

palaspecchi mobilitazione LegaSequestrare il Palaspecchi per motivi igienico-sanitari. E’ quanto chiede la Lega Nord che oggi ha presentato ai carabinieri di Ferrara un ulteriore documentazione, chiedendo l’intervento dei Noe, il nucleo operativo ecologico. Il carroccio, per protestare sulla vicenda del Palaspecchi, annuncia anche un sit-in davanti alla Prefettura per il prossimo 5 marzo.

Un intervento immediato del Noe, il nucleo operativo ecologico dei carabinieri, dell’Arpa regionale e dell’azienda Usl di Ferrara con l’obbiettivo di sequestrare l’immobile di Via Beetohoven per carenze igieniche ed ambientali.

E’ quanto chiede la Lega nord che oggi si è presentata nella caserma di via del Campo con una ulteriore documentazione per dimostrare che la situazione al Palaspecchi di Ferrara è preoccupante.

“La struttura è a rischio incendi e crolli, ribadisce Nicola Lodi, responsabile sicurezza della Lega Nord, che per il prossimo 5 marzo ha organizzato un sit-in davanti alla Prefettura di Ferrara. “Da un anno in Corso Ercole I d’Este è depositata una documentazione sulla questione igienica e non capiamo perché il Prefetto, continua Lodi, non si attivi”.

Dopo l’esposto in Procura del capogruppo della lega nord in regione alan fabbri, esposto in cui il caso-PalaSpecchi viene definito “una bomba a rischio esplosione” e dove si segnalano il rischio igienico-sanitario, pericolo incendi, sversamento illegale di rifiuti, inquinamento, occupazioni e illegalità diffusa, il carroccio continua la sua azione politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *