“Palazzo Costabili, Biagio Rossetti e il suo quartiere”, le illustrazioni di Claudio Gualandi in mostra all’Archeologico

Claudio Gualandi approda al Museo Archelogico Nazionale – Museo di Spina (via XX Settembre 122 a Ferrara) con una nuova importante esposizione di grandi tavole illustrate che, dopo l’inaugurazione in programma venerdì 18 giugno alle 16.30, sarà visitabile dal 19 giugno al 3 ottobre 2021. La mostra, che si avvale del patrocinio del Comune di Ferrara, è un focus sullo stesso Palazzo Costabili, su alcuni dei suoi elementi rappresentativi e sul “quartiere” che vide Biagio Rossetti impegnato come muradore, architecto, inzignero per questo e per altri importanti edifici, compresa la sua dimora.

Gualandi pone Palazzo Costabili al centro di un cerchio tracciato sulla pianta della città a circoscrivere un “quartiere” immaginato, dove seguire la presenza dell’architetto del Rinascimento estense: dal palazzo “detto di Ludovico il Moro” che fu commissionato dal nobile Antonio Costabili, ambasciatore degli Este a Milano presso gli Sforza alla casa di Biagio che sorge lì a pochi passi, sempre sulla via XX Settembre, già via della Ghiara.

E ancora, da Palazzo Schifanoia alla basilica di Santa Maria in Vado fino al campanile della chiesa di San Giorgio, senza dimenticare quella chiesa di Sant’Andrea che accolse i resti di Biagio Rossetti e Antonio Costabili. Una chiesa mitica di cui sopravvivono purtroppo solo i ruderi e che riappare sullo sfondo di un cantiere più che mai vivo nell’illustrazione di Gualandi.

Il nostro artista ferrarese, ormai conosciuto e apprezzato per lo stile peculiare che caratterizza le sue illustrazioni, in questi ultimi anni ha studiato, disegnato e trasformato nel suo mondo visionario, palazzi, monumenti e piazze di Ferrara, in un numero eccezionale di tavole che a metterle insieme si potrebbe ottenere una narrazione della città. Certo è una città tutta sua, sempre affollata di abitanti bizzarri, a volte immaginari, altre reali, più spesso riferiti al periodo estense o alla vita odierna, mischiati in una convivenza senza tempo per intrecciare racconti mai casuali. La mostra è divisa in due sezioni.

Una costituita da tele inedite, appunto il focus su Palazzo Costabili e ospitata nella prestigiosa Sala del Tesoro nota per lo splendido soffitto affrescato da Benvenuto Tisi da Garofalo. La seconda sezione dedicata al “quartiere” è allestita al piano nobile nella Sala XVIII (spazio mostre temporanee). L’idea di questo singolare percorso espositivo, Palazzo Costabili contestualizzato tra le opere coeve del “quartiere” è frutto di suggerimenti e collaborazione con la direttrice del Museo Archeologico Nazionale, Paola Desantis.

La realizzazione della mostra è stata possibile grazie al sostegno del GAF, Gruppo Archeologico Ferrarese APS che ha nelle sue finalità anche quella di promuovere, da parte dei cittadini, la fruizione dei Beni culturali e ambientali, oggetto dell’attività dell’Associazione, tramite mostre, convegni, esposizioni. Grazie anche a Sara Assicurazioni Agenzia di Ferrara e a Idearte Gallery. L’inaugurazione sarà piacevolmente movimentata da alcuni figuranti della Contrada di Santa Maria in Vado, a ispirazione del costume dell’epoca.

Inaugurazione: venerdì 18 giugno 2021 ore 16,30 (si consiglia la prenotazione telefonica al numero 0532 66299)

Durante tutto il periodo della mostra, Claudio Gualandi sarà disponibile per visite guidate ad adulti e bambini.

Claudio Gualandi – Dal 1976 Claudio si occupa di progettazione grafica e allestimenti, nel 1982 apre lo studioGualandi di cui restano famosi i manifesti per il Ferrara Buskers Festival Edizioni 1991/2007 e la mostra dedicata ai vent’anni dello studio presso la Casa dell’Ariosto. Dal 1980 inizia una serie di illustrazioni dedicate a Ferrara e ad altre città italiane. Nel 2010 per UNESCO illustra il Patrimonio italiano. Partecipa a mostre collettive e personali. Nel 2016 espone nel Salone d’Onore del Palazzo Ducale di Ferrara un ciclo di illustrazioni dedicate all’opera di Biagio Rossetti, nel 2017 è a Milano presso il Flagshipstore Felisi in occasione del Salone del Mobile. Nel 2018 con “La mia Ferrara” è in mostra alla Galleria Dosso Dossi. Realizza inoltre illustrazioni nate da committenze precise: teli parlanti (Mof Ferrara), grandi pannelli decorativi e bozzetti che raccontano storie di aziende di alto artigianato come Felisi Bags&Belts che ha portato recentemente in Giappone il “segno” di Claudio ed è stato molto apprezzato.

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE Palazzo Costabili, detto “di Ludovico il Moro” – Ferrara, Via XX settembre 122 telefono (+39) 0532 66299 – email: [email protected] Orari: da martedì a domenica ore 9.30 – 17.00 (chiusura biglietteria ore 16.30). Lunedì chiuso – Costo biglietto: Intero € 6,00; ridotto € 3,00 – Ingresso al piano terra, alla Sala del Tesoro € 1,00

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *