Palio: animalisti gettano letame sotto l’abitazione dell’ass. Modonesi

Il post di Aldo Modonesi – Clicca per ingrandire

Manca meno di una settimana alle gare del Palio di Ferrara, che si terranno domenica prossima in piazza Ariostea, e la scorsa notte sono tornati in azione i militanti di “Centopercentoanimalisti”.

Praticamente ogni anno, dopo l’edizione delle corse del 2006, quando morirono due cavalli, l’associazione animalista organizza dei blitz a Ferrara per ricordare gli incidenti in cui persero la vita “Bao Nero” e “Blasco”. E ieri notte, i militanti hanno scaricato del letame equino davanti all’ingresso dell’abitazione dell’assessore al Palio del Comune di Ferrara, Aldo Modonesi.

Inizialmente, Modonesi, con un post su Facebook, ha ironizzato ma ha anche scritto che “quest’anno, grazie al Palio, c’è chi ha trovato il modo di far parlare di sè”, riferendosi appunto a “Centopercentoanimalisti”.

L’associazione ha scelto Modonesi come bersaglio del blitz perché definito “primo responsabile, gran sostenitore e “sponsor” del Palio di Ferrara”, e, con una nota pubblicata sul proprio sito, “Centopercentoanimalisti” sostiene che “solo una volta, a causa del terremoto, il movimento decise di non effettuare nessuna manifestazione, al contrario degli organizzatori che decisero, nonostante i numerosi morti, di svolgere lo stesso la corsa dei cavalli, tanto per ribadire la “sensibilità” di Ferrara” continua la nota dell’associazione.

“Non abbiamo niente contro le rievocazioni storiche, il corteo dei figuranti, le esibizioni degli sbandieratori”, continua la nota, ma “siamo contro l’uso di animali, che deve essere abolito”. Domenica 28 maggio, “Centopercentoanimalisti” tornerà a Ferrara e, a partire dalle 15, nei pressi di piazza Ariostea, protesterà contro le gare degli animali che, in contemporanea, si svolgeranno nella vicina piazza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *