Palio, si corre domenica 5 giugno. I cavalli non si cambiano

E’ un’edizione del Palio di Ferrara davvero in balìa del maltempo quella del 2016.

Dopo il rinvio per colpa del nubifragio caduto in città le previsioni del meteo non promettono nulla di buono anche per domenica 5 giugno. Nonostante ciò la macchina organizzativa del Palio di Ferrara non si fermerà ed annuncia: “i cavalli che correranno saranno quelli già scelti e dovranno comunque superare tutti gli esami previsti dal regolamento. Nel caso non fossero idonei la contrada non correrà”.

Un palio decisamente in balia del tempo. Perché dopo il forfait di domenica scorsa per il nubifragio che ha investito la città rimandando l’appuntamento per il 5 giugno, in queste ore, sempre per colpa del meteo incerto, ci sarebbe l’ipotesi di spostarlo addirittura al 12 giugno. Una eventualità di cui al momento l’ente palio non vuol nemmeno sentir parlare spiega Alessandro Fortini, Presidente Palio di Ferrara.

 

 

Dita incrociate dunque, con la speranza che il vento sposti qualche nube per evitare ciò che è successo domenica scorsa in Piazza Ariostea: la decisione di correre e poi lo stop decretato dalla pioggia ed il rinvio al 5 giugno. Per intanto continuano i lavori per rendere sicura la pista che. Nonostante la pioggia caduta ‘sarebbe in buone condizioni’ grazie al suo rifacimento dei quattro punti che domenica scorsa risultavano in condizioni più critiche. Il maltempo danni ne ha comunque creati che si contano anche in danari perchè mantenere la struttura e le tribune in Piazza Ariostea ancora per una settimana costerà qualche migliaio di euro in più. Senza dimenticare tutta l’organizzazione per gestire l’evento con oltre un centinaio di uomini delle forze di polizia e della security privata.

Nonostante ciò la macchina organizzativa del Palio di Ferrara non si fermerà. “I cavalli che correranno saranno quelli già scelti per domenica 29 maggio, spiega Fortini, e non si potranno cambiare. Dovranno quindi superare tutti gli esami previsti dal regolamento perché nel caso non fossero idonei la contrada non correrà le gare” Stessa situazione anche per le asine, mentre per il fantino ci sarebbe la possibilità di cambiare soprattutto di poter scegliere tra quelli impegnati al Palio di Legnano, che domenica si è corso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *