Palio, tra speranze di vittoria e di bel tempo

palioSperiamo di poter archiviare sabato prossimo, l’edizione 2016 del Palio di Ferrara, fortemente penalizzato dal maltempo che ha costretto domenica 29 maggio a cancellare la manifestazione e domenica 5 a far correre soltanto putti, putte e asine, rimandando nuovamente la corsa dei cavalli.

In un primo tempo la nuova data per la disputa del Palio di San Giorgio, era stata indicata in domenica 12 giugno, ma poi da una successiva riunione si è deciso per l’anticipo a sabato 11. Questo continui spostamenti hanno determinato, a catena, una serie di cambiamenti, a cominciare dal mossiere che non potrà più essere Renato Bircolotti, impegnato in altre corse. La soluzione più ovvia, dopo la rinuncia forzata del mossiere toscano, è stata quella di affidarsi a Gennaro Milone, per la sua grande esperienza dei meccanismo della mossa del Palio di Ferrara, visto che questo ruolo certamente impegnativo, lo ha svolto in questi ultimi anni.

Altra rinuncia e nuova sostituzione anche per quanto riguarda la Commissione Veterinaria dell’Ente Palio di Ferrara. Per impegni precedenti, è relatore unico a un convegno a Taormina, ha dovuto annullare la sua presenza il prof. Rodolfo Gialletti che presiedeva la commissione. Al suo posto, arriva il prof. Marco Pepe, docente dell’Università di Perugia, presidente della commissione del protocollo veterinario del Palio di Siena ed uno dei massimi esperti del settore. Altra novità delle ultime ore, è la cancellazione delle prove del sabato mattina. Mentre infatti rimangono confermate le visite agli otto cavalli, gli stessi delle prove del 28 maggio, per venerdì 10 giugno e il testo antidoping per i fantini, sabato 11 giugno, presso la sede dell’Ente Palio, si è scelto di evitare le prove ai canapi in programma sabato mattina, per tenere ulteriormente al riparo la pista ed anche perchè il meteo continua a fare i capricci.

Altre novità potrebbero arrivare dai fantini perchè le Contrade hanno tempo fino alle ore 10 di sabato 11 giugno, per decidere a chi affidare il cavallo, come prevede il regolamento dell’Ente Palio. Il programma del pomeriggio, prevede alle 16, direttamente in piazza Ariostea, la sfilata del Corteo Storico con la Corte Ducale e le otto Contrade, composte ognuna, da un massimo di settanta figuranti. Al termine del corteo, si procederà alla consueta sistemazione del terriccio e attorno alle 17, è previsto l’ingresso dei cavalli che si sfideranno per aggiudicarsi il Palio di San Giorgio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *