PALLAMANO: l’SGM a Pisa con l’obbligo di tornare al successo

09HB

Dopo tre sconfitte consecutive i ferraresi devono far punti sul campo dell’ultima della classe

Ultima chiamata per la vittoria per la SGM impegnata sul torrido campo del Farmigea, ostica formazione pisana alla disperata ricerca di punti salvezza in ottica playout, dato che occupa la scomoda poltrona di fanalino di coda del girone. Ferrara affronta questa partita con un trend negativo poco rincuorante, con l’ultima vittoria che risale alla corsara trasferta di Casalgrande del lontano 14 dicembre e tre sconfitte consecutive, di cui le ultime due con Bologna e Romagna abbastanza brucianti. C’è da difendere la quinta piazza che garantisce un buon vantaggio nella griglia di partenza dei playout; Ancona scalpita ed insegue i biancoazzurri ad una sola lunghezza, ma il calendario dei dorici non è migliore di quello dei ferraresi: gli uomini di Guidotti dovranno vedersela con Ambra in trasferta e Teramo in casa per poi osservare il turno di riposo. Mentre per la SGM, Farmigea e Teramo in trasferta ed Ambra al Palaboschetto. Quindi i tre punti in palio nella partita di oggi valgono doppio per la truppa di Ribaudo che potrebbero consolidare l’attuale posizione in classifica. Ribaudo avrà un Alberino con un pò più di allenamento nelle gambe, mentre ancora al palo Rossi che non ha ancora riassorbito lo strappo muscolare e precauzionalmente dovrà stare a riposo. Ferrara si troverà di fronte una formazione agguerrita che ha rinforzato l’organico con l’innesto dell’ex Parma Matteo Ferrari e con il ritorno del cecchino D’angelo; tuttavia le punte di diamante restano sempre il mancino Bednarek, il centrale Piletti, l’ala Anelli ed il pivot Bufoli. Partita sulla carta abbordabile per la SGM che tuttavia dovrà dimostrare di essersi buttata alle spalle le ultime non propriamente esaltanti prestazioni, che oltre al risultato negativo hanno mostrato involuzione di gioco ed una importante flessione mentale nei secondi trenta minuti. Fischio d’inizio alle ore 16 sotto la direzione arbitrale di Romana e Romana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *