PALLAMANO: nulla da fare per l’SGM con l’Ambra

avversario di altra struttura tecnica e fisica

Pronostico rispettato al Palaboschetto dove la seconda della classe esce vittoriosa sui padroni di casa dopo un incontro piacevole e ben combattuto da entrambe le formazioni. Ferrara é priva del cecchino Stabellini alla prese con un poco simpatico focolaio ai polmoni ed in terapia antibiotica per cercare di
recuperarlo per i playout. I toscani si presentano al gran completo decisi più che mai a difendere la posizione di classifica senza nulla concedere all’avversario di turno. Parte male la SGM che non riesce a trovare la via della rete sia per l’impressionante muro costituito dai colossi biancoverdi sia
per le parate del portiere della nazionale Di Marcello che ipnotizza gli avanti estensi; il cappotto é servito, si va sul cinque a zero in un batter d’occhio e la SGM sembra in balia dell’avversario. Ribaudo chiama un provvidenziale e necessario time out per svegliare i suoi ragazzi, che recepiscono il messaggio ed iniziano un’esaltante recupero. Ferrara si riporta sotto riducendo le distanze fino al rincuorante -3 di metà partita. L’incontro é riaperto, i biancoazzurri ci credono e tornano in campo decisi e concentrati per tentare l’aggancio. La SGM continua a difendere bene e si fa più precisa in attacco, il
tabellone mostra un bel 15 a 14 per Ambra. La rimonta sembra cosa fatta, ma una serie mal digerita di esclusioni per due minuti costringe i ferraresi a giocare addirittura con tre soli giocatori di campo lasciando così strada libera alla formazione toscana che scava il definitivo solco per aggiudicarsi la vittoria. Risultato finale che penalizza oltre misura una bella SGM che ha lottato alla pari con i forti e blasonati avversari. Sicuramente é mancato Stabellini ma i chili ed in centimetri in più dei toscani si sono fatti sentire anche sul piano fisico. La tattica difensiva studiata durante la settimana da Ribaudo ha
arginato a dovere lo spauracchio Raupenas che non si é praticamente visto per tutto l’incontro, ma si sono creati maggiori spazi per il sempre pericoloso Maraldi e per le ali Cipriani e Dei che hanno praticamente fatto la differenza.
handball estense maschileGrande prova di tutto il collettivo biancoazzurro che ha riscattato l’opaca prestazione -pur vittoriosa- della scorsa settimana in quel di Pisa e lascia ben sperare per la poule retrocessione. Da evidenziare la maiuscola partita di Ruggero Anania, solito indomito guerrigliero in difesa dove ha recuperato
palloni su palloni e preciso in fase realizzativa con il 100% al tiro. Cornice di pubblico delle grandi occasioni, anche per dare giusto tributo ai più piccoli atleti di casa estense che hanno accompagnato le due formazioni al loro ingresso in campo.

15 Feb | h 18:30 | Estense – Ambra 24-31 (p.t. 12-15)
Estense: Ansaloni, Anania 3, Alberino 3, Rossi, Nardo 4, Resca 1, Sacco Giacomo 6, Succi Matteo 2,Sacco Giuseppe, Matteo Tosi 3, Zaltron, Marcello Tosi, Hristov V, Hristov A. 2. All: Lucio Ribaudo
Ambra: Ballini 1, Chiaramonti, Cipriani 7, De Stefano 4, Dei 3, Di Marcello, Faggi 1, Maraldi 8, Morini, Naldoni, Trinci, Raupenas 5, Di Marcello A. 2. All: Roberto Morlacco
Arbitri: Visciani – Busalacchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *