Paola Boldrini: “In Parlamento per il Paese e per Ferrara” – VIDEO

Conferenza stampa, on line, oggi della senatrice ferrarese Paola Boldrini (Pd), vice presidente Commissione Sanità in Senato, componente della commissione parlamentare Infanzia e Adolescenza e promotrice dell’intergruppo parlamentare di recente costituzione sulla cronicità.

A condurre i lavori, cui hanno presenziato i vertici nazionali di federazioni, ordini, associazioni di medici e pazienti, Ester Maragò, giornalista di Quotidiano Sanità.

In Parlamento dal gennaio 2015, prima come deputata, poi dal 2018 come senatrice, Paola Boldrini, ferrarese, interpreta da sempre il suo impegno politico come donna eletta al servizio della comunità. Di qui l’attenzione verso i suoi concittadini, oltre che verso gli Italiani, ai quali periodicamente racconta con scrupolo le attività che l’hanno vista in questi anni occuparsi come  capogruppo Pd in Commissione Igiene e Sanità, in Senato, e membro della Commissione parlamentare Infanzia e Adolescenza . di temi di rilevanza nazionale, in particolare della salute e della Medicina di Genere, oltre che di politiche giovanili. Di questa mattina la conferenza stampa con il rendiconto di questi ultimi tre anni, i 25 i Disegni di Legge di cui è stata prima firmataria; i 75 di cui è stata cofirmataria;  le 4Proposte di legge diventate legge anche mediante l’assorbimento di altre proposte: dal riconoscimento della cefalea primaria cronica alle disposizioni in materia di educazione civica. Oltre a mozioni, inchieste parlamentari e proposte oggi all’esame delle Commissioni, prima fra tutte l’istituzione dello psicologo delle cure primarie.

Il fil rouge dell’ultimo anno, come sottolineato dalla senatrice, è stata l’epidemia da Coronavirus, che ha fatto emergere l’esigenza del rafforzamento del Servizio sanitario nazionale a partire dal consolidamento della Medicina Territoriale, con l’istituzione dell’Infermiere di Comunità e famiglia, la riforma della figure dell’operatore socio sanitario (OSS) e, appunto, l’istituzione dello psicologo delle cure primarie. Fra  i risultati raggiunti tra prima e seconda legislatura (Boldrini è entrata alla Camera, nel gennaio 2015, ndr), l’inserimento della Medicina di Genere nel Sistema Sanitario Nazionale; l’approvazione per la legge sulla costituzione del Registro nazionale dei tumori; l’istituzione della Rete nazionale della talassemia e delle emoglobinopatie;  gli avanzamenti in materia di fibromialgia, su cui ha presentato il disegno di legge finalizzato al riconoscimento della patologia, per cui si attende l’inserimento nei Livelli essenziali di assistenza.

In primo piano anche l’attenzione su Ferrara la senatrice ricorda l’importanza «di un lavoro di squadra» e il suo personale impegno per il Piano Periferie, per la salvaguardia della Camera di Commercio, per l’istituzione di un tavolo al Mise sulla difesa del quadrilatero della chimica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *