Passato e futuro in Via Bologna

facchini

Non è ancora il boulvard promesso, ma via Bologna, così come appare oggi, con la messa in sicurezza della pista ciclabile su entrambi i lati della carreggiata, che ne ha determinato un forte restringimento e la conseguente diminuzione dei posti destinati al parcheggio, è uno dei segnali più tangibili – sottolinea Patrizia Bianchini, fino al 2009 alla guida della circoscrizione di via Bologna – di come, è andata modificandosi la qualità della vita nel quartiere, il più popoloso della città la cui storia si intreccia con quella della Circoscrizione, forte di oltre 26 abitanti nel 2008, saliti a 39.607, a gennaio 2012, quando da Via Bologna e la Zona Sud è nata la Circoscrizione 2.

“Sono stati anni di grande ascolto del territorio – ricorda ancora la Bianchini – che hanno consentito, ad esempio, di affrontare e risolvere i problemi legati alla presenza di molti extracomunitari nell’area di viale Krasnodar, da tempo non più il bronx della città e di investire nel verde pubblico, per rendere il quartiere più vivibile”.

A raccogliere l’eredità della Bianchini, oggi assessore alla pianificazione territoriale della Provincia di Ferrara, è stato Fausto Facchini che, tra pochi mesi, chiuderà per l’ultima volta la porta della sede della Circoscrizione.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/facchini.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/16012014facchini-via-bologna.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *