Patto per lavoro, un patto per Comacchio illustrato ai commercianti

imprese comacchio

Il Sindaco Marco Fabbri, l’Assessore al Turismo Sergio Provasi e il Dirigente al Turismo e Cultura Roberto Cantagalli, hanno incontrato giovedì pomeriggio i commercianti del Lido degli Estensi, per illustrare loro i numerosi ambiti progettuali, nei quali si estrinseca il “Patto per il Lavoro”, denominato “Progetto Comacchio 2015/2020.”

“Il progetto, frutto di un lavoro di concertazione, che ha visto il coinvolgimento di associazioni di categoria, Provincia di Ferrara, Parco del Delta del Po, con il fondamentale apporto della Regione Emilia Romagna – ha spiegato il Sindaco- prevede diverse azioni, puntualmente individuate, per il rilancio del territorio. Sul sito comunale – ha aggiunto il Sindaco – è stato pubblicato il corposo documento, suddiviso in 5 macro-aree, declinate con il lavoro: Persone e Lavoro, Comunità e Lavoro, Sviluppo, Imprese e lavoro, Territorio e Lavoro, Legalità e Lavoro, Semplificazione e Lavoro.”
Dopo aver elencato alcuni progetti in itinere e altri di recente realizzazione, come l’apertura a Comacchio della prima FAB LAB della Provincia di Ferrara, “Spazio Marconi”, il nuovo spazio di co-working e progettazione digitale rivolto ai giovani, il Sindaco si è soffermato sui bandi regionali, grazie ai quali si potranno attuare interventi strategici per il rilancio del comparto turistico. Accanto al progetto di riqualificazione e valorizzazione del comprensorio vallivo e degli antichi casoni di pesca, il “Progetto Comacchio 2015-2020” assegna uno spazio di prim’ordine all’archeologia, grazie alla ripresa degli scavi in Valle Pega e alla apertura, ormai imminente del “Museo Delta Antico” all’interno delle sale dell’ex-settecentesco ospedale degli Infermi.
 
“Si sta lavorando intensamente anche sul Parco del Delta – ha sottolineato il Sindaco – dopo il recente duplice riconoscimento da parte di Lipu, che ha proclamato Comacchio capitale del birdwatching e da parte dell’Unesco,  con la designazione del Delta del Po e del Parco Veneto, quale tredicesima riserva italiana della Biosfera MAB UNESCO.” E’ stata poi aperta una parentesi molto importante sui lavori di messa in sicurezza idraulica dei lidi nord, recentemente avviati e sulla convenzione siglata dall’Amministrazione Comunale, dal Cadf e dall’Ente di gestione per i parchi e le biodiversità – Delta del Po, per rendere fruibile la vecchia salina locale, mediante la ripresa della produzione del sale e con l’avvio di percorsi di visita, a scopo didattico-turistico. Il Sindaco ha poi ceduto la parola a Maurizio Barbirati, presidente di Deltaweb, società pubblica partecipata, promotrice di un progetto a scala provinciale, volto ad eliminare il “digital divide”.
L’obiettivo per il Comune di Comacchio consiste nell’estendere la fibra ottica su tutto il territorio. “E’ stato compiuto uno sforzo per estendere la fibra ottica su tutti i lidi – ha rilevato Barbirati -, e per la stagione contiamo di portare il wi fi gratuito al Lido degli Estensi, lungo l’asse Carducci/Querce. Ci si potrà registrare al servizio di connessione gratuita della durata di due ore al giorno – ha aggiunto Barbirati – attraverso sms di autenticazione a Deltaweb.” Il Sindaco Marco Fabbri, ricordando come il servizio di wi-fi gratuito sia stato già introdotto lo scorso anno nel centro storico di Comacchio, ha auspicato che dopo il Lido Estensi, si possano raggiungere anche le aree del Lido delle Nazioni ancora sguarnite. L’incontro con i titolari di attività commerciali del Lido degli Estensi è poi proseguito con l’intervento di Alessandro Menegatti, presidente della Cooperativa sociale “Work & Services”, che ha illustrato lo stato di avanzamento del progetto dei parcheggi a pagamento sui lidi. Al momento sono in corso alcuni dei numerosi interventi previsti dal secondo e dal terzo stralcio del progetto, con piantumazioni su tutti i lidi, interventi di arredo urbano, posa di stabilizzato per rendere fruibili i restrospiaggia dei lidi sud ed altri lavori, per definire i punti di stallo in tutte le aree di sosta. Sistemazione di staccionate in legno e potature integrano gli interventi di questo periodo.
Durante la primavera i lavori proseguiranno con interventi di messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali, creazione di aiuole e di filtri verdi tra le ciclabili e e le abitazioni dei Lidi Estensi e Spina, oltre al rinforzo della pubblica illuminazione già realizzata nel retro spiaggia del Lido di Spina. Uno degli interventi più significativi per quest’anno sarà la realizzazione di una nuova pista ciclabile in Via Genova a Porto Garibaldi, attraverso la quale da Viale dei Mille si potrà raggiungere il Lido degli Scacchi agevolmente, sia a piedi che in bicicletta. Il percorso sarà dotato di lampioni, aree di sosta, panchine, cestini e aree verdi. Su tutti i lidi saranno realizzati piccoli parchi giochi attrezzati per bambini. Il dirigente al Turismo Roberto Cantagalli, ha descritto il bando per la concessione di contributi, da destinare alla realizzazione di eventi per “La Notte Rosa”, scaricabile dalla home page del sito comunale.
Prima dello spazio assegnato alle domande degli operatori, l’Assessore al Turismo Sergio Provasi, parlando di “un buon incipit per una stagione lunga, che prende avvio tra pochi giorni con le festività Pasquali-“, ha invocato la collaborazione di tutti, per consolidare e rafforzare gli ottimi risultati raggiunti nella scorsa stagione turistica. “Abbiamo illustrato un percorso di progettualità strategica per il territorio – ha sottolineato Provasi -, percorso che deve durare nel tempo, all’interno del quale la centralità è assegnata agli operatori. L’Amministrazione Comunale ha stanziato risorse ingenti sulla promozione. Dobbiamo crederci tutti.”

One thought on “Patto per lavoro, un patto per Comacchio illustrato ai commercianti

  • 21/03/2016 in 23:00
    Permalink

    progetto di riqualificazione del nostro territorio , obbiettivo sensibilizzare operatori turistici a migliorare l offerta nel nostro territorio ,valorizzare arredo urbano coinvolgendo e incentivando amministrazioni,avviando un processo graduale di iniziative atte a rivalutare anche nella cultura collettiva con idee per le nuove generazioni,regolamentiamo la nostra costa con un progetto,di coscienza per un quinquennio di crescita adottando misure di ristrutturazioni ,di case e strutture edilizie e condominiali a rinnovarsi e dare un immagine innovativa per la crescita nel bene comune dei nuovi flussi generazionali ,mettendo in sicurezza strutture fatiscenti e obsolete varando norme incisive CON PROGETTO SPERIMENTALE trovando le risorse dai proprietari di seconde e terze case a dare un contributo di innovazione proviamoci e creando un futuro,dove noi tutti possiamo gioire in un successo che migliora noi tutti abbiamo il dovere di crederci fermamente,diamo la un impronta nella storia del nostro paese.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *