PDL Ferrara: alternativa a Tagliani con chi?

XX PDL Cimarelli

“Per sfidare Tiziano Tagliani, candidato del centrosinistra alle prossime elezioni amministrative di Ferrara, è necessaria un’alleanza ampia e coesa. Per costruire un’alleanza di questo genere è necessario incontrarsi e discutere con franchezza”.

Luca Cimarelli, coordinatore del PDL ferrarese, chiama a raccolta forze politiche e movimenti interessati a costruire, in vista delle prossime elezioni amministrative, un’alternativa al centrosinistra e un candidato obiettivamente forte come il sindaco uscente Tagliani. L’appuntamento è fissato per la sera di giovedì prossimo 26 settembre presso la sede PDL di Piazzetta Cacciaguida.

Tra gli invitati, i partiti tradizionali del centrodestra, ma anche i piccoli partiti nati dalla diaspora socialista, la lista Io Amo Ferrara di Giulio Barnieri e Alex de Anna, ma anche progetto per Ferrara di Valentino Tavolazzi. E naturalmente la Lega di cui è segretario provinciale Fabio Bergamini e l’UDC coordinato da N dea Barbieri, che si sono già detti interessati e disponibili. Tra gli invitati figurano anche i radicali di Mario Zamorani. Ma non c’è il movimento cinque stelle: “mi sembrano troppo lontani da noi, spiega Cimarelli.

Primarie del centrodestra? E con quali regole? Sulle schede ci saranno i simboli dei partiti del centrodestra nazionale, o simboli di liste civiche? Tutto è ancora da discutere spiega Cimarelli, che spiega: non ci sono preclusioni sui simboli.

Ma alle prossime amministrative esisterà ancora il PDL? “Per ora non ci sono comunicazioni ufficiali dalla segreteria nazionale – spiega Cimarelli – quello che è certo è che, senza un’alleanza ampia e coesa del centrodestra, alle prossime amministrative Tagliani potrebbe vincere già al primo turno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *