PELLERINO: allenare per trasmettere sani principi e valori ai giovani

Dalla Spal alla X Martiri, a disposizione dei tecnici desiderosi di apprendere

“Allenare è un modo per poter trasmettere le proprie conoscenze, i propri principi e i propri valori alle nuove generazioni. Abbiamo la fortuna di poter diventare dei modelli per i più giovani: questo mi rende orgoglioso perchè possiamo essere veramente una tappa importante per la loro crescita”.

Roberto Pellerino – classe 1984 – è un condottiero a tutto tondo, il calcio è il suo stile di vita

“Sono nato a Caltanissetta” – le sue parole – “nel 2003 mi sono trasferito a Ferrara per studio, completando triennale e specialistica in Scienze Motorie. Terminata l’università….ho iniziato a lavorare tra scuola, palestre e scuole calcio”.

Entrando più nel dettaglio

“Il mio prima approccio da allenatore l’ho avuto grazie alla New Team Ferrara dove ho iniziato il tirocinio nel 2006, mi sono innamorato di questo meraviglioso ruolo, scoprendo molte sfaccettature e segreti del mestiere sotto l’attenta guida di Davide Cremonini (allora anche mio Professore Universitario), Roberto Baroni (Presidente della New Team Ferrara) e Gianfranco Bozzao…..persone a cui devo molto per tutto ciò che mi hanno trasmesso”.

Una crescita costante

“Nel 2010 inizio a collaborare con la Spal, trovando anche qui persone speciali che continuano ad aiutarmi nel mio percorso di crescita…..da Franco Fabbri a Gigi Pasetti. L’ anno successivo la Spal mi permette di partecipare al corso UEFA B a Palermo: la mia esperienza continua ad ampliarsi e dal 2012 divento un allenatore patentato. Nel 2013 parte la mia esperienza con la doppia attività di calcio a 11 integrata con il calcio a 5, diventando mister della categoria allievi presso il Kaos Futsal: 3 anni pieni e molto intensi dove ho avuto la fortuna di collaborare con professionisti del calibro di Velimir Andreijc, Leopoldo Caruso. Le vittorie con il calcio a 11: campionato provinciale e regionale con la categoria Allievi e 2 campionati provinciali con la categoria juniores. Le vittorie con il calcio a 5: 2 campionati regionali allievi, 1 scudetto nazionale juniores, 1 scudetto nazionale under 21, coppa italia under 21, supercoppa italia under 21…..tutte vittorie bellissime e speciali (sia a 11 che a 5). In questi anni ho avuto anche la possibilità di studiare prima a Bologna e poi a Coverciano per conseguire tutti i patentini allenatori validi per il calcio a 5. Successivamente riparte la mia collaborazione con la Spal: ritrovo persone con le quali avevo ottimi rapporti come il responsabile organizzativo Orlandini, il capo osservatori Giacomo Laurino e il responsabile attività di base Massimiliano Degregorio. Altri 3 anni intensi dove ho avuto la possibilità di vedere e confrontarmi con allenatori preparati e società sportive professionistiche italiane ed estere”.

X Martiri

“Una chiamata inaspettata giunta a luglio 2020 e che ha subito catturato la mia attenzione. La proposta di fare il responsabile tecnico e quindi poter avere la possibilità di far lavorare tutti gli allenatori del settore giovanile con una metodica comune, di occuparmi anche della loro formazione…..ho deciso di accettare. Con dispiacere ho lasciato la Spal dove si stava bene e dove tutto era stimolante, ma parlando con il presidente Zaccarini e il responsabile organizzativo (e vicepresidente) Bizzarri, ho captato la loro energia e la voglia di crescita sempre tenendo in primo piano il ragazzo/atleta. Ho accettato con molto entusiasmo, un entusiasmo che mi hanno trasmesso fin da subito e da cui ancora oggi ci nutriamo qui alla X Martiri. Ambiente fantastico con un buon mix di allenatori giovani e più esperti….tutti capaci e uniti da un intento comune: la formazione dei giovani calciatori. Qui si lavora e si organizza per formare gli atleti del futuro, la crescita dei giovani è cruciale: non a caso la prima squadra è costituita da una grande ossatura di giocatori provenienti dal nostro settore giovanile. Anche qui alla X Martiri riusciamo a proporre la doppia attività grazie alla collaborazione con il responsabile del calcio a 5 Cristian Dolcetti: abbiamo organizzato un programma di allenamenti integrati tra calcio a 11 e calcio a 5 con ottimi risultati. Alleno anche la categoria allievi 2006 e, ancora oggi, sono felice della mia scelta e continuo ad essere grato a questa meravigliosa società per aver pensato e creduto in me”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.