Per i caregiver familiari un’occasione di sollievo psicologico attraverso la riscoperta delle bellezze di Ferrara

Dieci incontri di gruppo per uscire dalla routine quotidiana della cura familiare e riscoprire le bellezze culturali e paesaggistiche di Ferrara. E’ il progetto curato dalla cooperativa sociale Le Pagine a cui il Comune di Ferrara ha garantito un contributo economico di 12.340 euro (su un costo complessivo di 13.340 euro), per offrire ai caregiver familiari un’occasione di svago e aggregazione, all’insegna dell’arte e della natura.

L’iniziativa, dal titolo ‘Far risuonare le immagini: l’eco delle emozioni’ è stata presentata oggi in conferenza stampa, nella residenza municipale di Ferrara, dall’assessore comunale alle Politiche sociali Cristina Coletti, dalla presidente della cooperativa sociale Le Pagine Patrizia Luciani e dalla curatrice del progetto Valeria Gilli.

Come spiegato dall’assessore Coletti, quello proposto da Le Pagine è il primo a partire dei sette progetti beneficiari dei fondi regionali (per un totale di 100mila euro) assegnati dal Comune di Ferrara, come capofila del distretto centro nord, tramite un bando conclusosi lo scorso 6 dicembre. L’avviso era in particolare rivolto agli enti del Terzo Settore e mirato al finanziamento di progetti per la tutela della salute e la promozione del benessere psicofisico, sociale e sanitario dei caregiver.

“Supportare i caregiver familiari, tutelandone la salute e il benessere psicofisico – ha dichiarato infatti l’assessore Cristina Coletti – è una necessità di primaria importanza, poiché si tratta di figure che svolgono un ruolo fondamentale, offrendo volontariamente il loro sostegno a familiari che si trovano in condizioni di non autosufficienza. Un ruolo faticoso, svolto da persone che spesso si ritrovano improvvisamente con la necessità di dover conciliare la loro vita con le esigenze di cura di familiari fragili. Con questi progetti vogliamo supportare i caregiver familiari anche dal punto di vista formativo e di conoscenza del loro ruolo. Sempre a sostegno di queste figure, che sono in gran parte donne e sono presenti in gran numero nel nostro territorio – ha sottolineato ancora l’assessore – è inoltre già attivo all’interno della Cittadella della Salute di corso Giovecca 203, in collaborazione con Asp, lo sportello Caregiver che, assieme allo Sportello Sociale Unico Integrato, rappresenta un fondamentale punto di prossimità per rispondere ai bisogni dei cittadini”.

Il progetto de Le Pagine punta in particolare a offrire ai caregiver familiari del territorio un’occasione di sollievo psicologico e di recupero delle energie mentali e fisiche, contrastando l’isolamento sociale e favorendo la libera espressione emotiva, attraverso attività di approfondimento culturale con visite ad alcuni dei beni artistici e naturali di Ferrara.

Le attività si articoleranno in dieci incontri a partecipazione gratuita, di due ore ciascuno, mirati a promuovere l’espressione emotiva libera dei caregiver di fronte a un’opera d’arte, a un albero centenario, a un giardino, o a un’opera musicale. Gli incontri saranno guidati da storiche dell’arte, paesaggiste e musicologhe, e a chiusura di ciascun appuntamento una psicologa fornirà una chiave di lettura degli interventi dei partecipanti con osservazioni dirette a offrire un supporto psicologico.

Il primo appuntamento si è svolto nella mattinata di oggi alla Pinacoteca nazionale e i successivi si articoleranno fino al prossimo giugno secondo un calendario (con date in parte ancora da definire) che prevede sia appuntamenti al chiuso, riservati a un numero limitato di partecipanti, e altri all’aperto con la possibilità di accogliere un numero maggiore di persone.

“Siamo una cooperativa di medie dimensioni – ha spiegato Patrizia Luciani – con circa 270 dipendenti impegnati in Emilia Romagna, Veneto, Marche e non solo, in attività di gestione di biblioteche, nidi e asili e di catalogazione di libri. Abbiamo deciso di presentare questo progetto al Comune di Ferrara perché al nostro interno abbiamo diversi dipendenti che si prendono cura di persone anziane o disabili e abbiamo pensato di venire così incontro non solo a loro, ma anche a tutte le persone in una situazione simile all’esterno della cooperativa. Abbiamo già ricevuto circa 150 domande di partecipazione agli incontri. Questo ci dimostra quanto importante sia la presenza di caregiver nel nostro territorio e quanto bisogno ci sia di supportare queste persone, soprattutto donne, estremamente affaticate”.

“Sono una dipendente della cooperativa Le Pagine e a mia volta caregiver di una mamma di quasi 102 anni – ha spiegato Valeria Gilli -. Abbiamo pensato a questo progetto come forma di sostegno e aiuto psicologico attraverso attività di rilassamento e recupero della fiducia in gruppo. È un modo per dare la possibilità a queste persone di uscire di casa, incontrarsi ed esprimere il proprio stato d’essere”.

Progetto ‘Far risuonare le immagini: l’eco delle emozioni’

PROGRAMMA INCONTRI:

1 – 2) PINACOTECA NAZIONALE DI FERRARA, Corso Ercole I d’Este: giovedì 24/2 + altra data da definire, ore 10-12. Visita a due opere d’arte

3) TEATRO COMUNALE DI FERRARA, Corso Martiri della libertà: mercoledì 9 marzo ore 10-12. Visioniamo le fotografie di uno spettacolo teatrale, all’interno di una Sala del Teatro

4) MONASTERO DI SANT’ANTONIO IN POLESINE, via del Gambone: giovedì 28 aprile, ore 10-12. Visita al ciliegio giapponese (Prunus serrulata) in fiore

5) UN QUADRO AD ACQUERELLO DELL’ARTISTA FERRARESE CLAUDIA SPISANI, visione all’aperto in un giardino privato, via Copparo, mercoledì 13 aprile, orario da definire

6) CASA MINERBI, via Giuoco del pallone, aprile, data da definire. Visita al giardino interno dell’edificio storico trecentesco

7) BASTIONE DELLE MURA DEGLI ANGELI, aprile/maggio, data da definire, pomeriggio. Visita alla Sophora

8) ORCHESTRA A PLETTRO GINO NERI, Via Darsena, maggio, data da definire, ore 16-18. Conosciamo le partiture manoscritte per musica a plettro e ascoltiamone l’esecuzione dall’Ensemble a plettro Gino Neri

9) GIARDINO E ORTO PRIVATO, via dei Frutteti, il 17 giugno ore 10-12, visita al giardino e ai suoi abitanti, anche a quattro zampe

10) ORTO SOCIALE DI VIA CANAPA, aprile/maggio, data da definire. Visita di un orto sociale in compagnia dell’ortolano che lo coltiva.

Gli incontri prevedono una prima fase dedicata al rilassamento e alla respirazione in un clima di silenzio e raccoglimento.

Una seconda fase dell’osservazione dell’oggetto da parte dei partecipanti, che saranno sollecitati dall’esperta della materia -di storia dell’arte, di architettura, di botanica, di musica- ad esprimere singolarmente il loro “sentire” di fronte all’opera. E’ la fase si sollecita l’espressione immediata, libera delle emozioni. I partecipanti possono scegliere di appuntare su un loro quaderno le emozioni prevalenti e di esprimerle a voce, a turno. Infine, l’esperta parlerà brevemente dell’opera, ricostruendola storicamente, dando elementi di contesto storico, artistico, naturale, musicale.

Una terza fase ha come protagonista la psicologa, che ha raccolto i punti salienti dei partecipanti: accoglie ed elabora quanto espresso dai caregiver, con commenti e osservazioni che vanno nella direzione dell’attenzione alle espressioni emotive e del supporto psicologico.

Un Quaderno del progetto sarà distribuito ai partecipanti, al termine degli incontri; conterrà foto degli incontri, disegni, testi scritti dai partecipanti e brevi schede dei luoghi visitati.

A fine progetto i partecipanti saranno invitati ad una gita sociale lungo il percorso del Po di Volano, dalla Darsena a Baura e ritorno, a bordo del battello fluviale La Nena (http://www.lanena.it/). La tranquillità dell’ambiente fluviale ferrarese accoglierà i caregiver, ed eventualmente i loro familiari, nella scoperta di inconsueti angoli di bellezza naturale.

Partecipazione gratuita con green pass rafforzato nei luoghi al chiuso e mascherina ffp2.

Informazioni/Prenotazioni:

[email protected] – tel. 3440755716

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.