Pesca:E-R, ok delocalizzazione produzioni vongole Sacca Goro

Regione Emilia RomagnaVia libera, dalla Regione, alla delocalizzazione straordinaria di alcuni allevamenti e produzioni per salvare le vongole della Sacca di Goro, il cui bacino orientale è colpito da “una imponente crisi distrofica”.

E’ quanto si legge in una nota della stessa Regione secondo cui “in queste ore si stanno formalizzando le autorizzazioni, urgenti e temporanee, così come richiesto coralmente da tutte le associazioni di categoria”.

La situazione degli allevamenti di vongole della Sacca di Goro, a causa delle elevatissime temperature che hanno caratterizzato le ultime due settimane e la conseguente mancanza di ossigeno nelle acque, sta raggiungendo elevati livelli di criticità.

“La Regione Emilia-Romagna – osserva nella nota l’assessore all’Agricoltura, caccia e pesca, Simona Caselli – è fortemente impegnata per garantire la salvaguardia e la ripresa di questo importante comparto produttivo. A questo proposito – aggiunge – stiamo lavorando, con il costante coinvolgimento dei pescatori e delle loro organizzazioni, alla individuazione di aree della sacca caratterizzate da condizioni più favorevoli all’interno delle quali trasferire le vongole”.

Per questo, prosegue, “lunedì scorso ho incontrato a Bologna tutte le Associazioni del comparto e ho espresso la disponibilità ad operare un’ulteriore straordinaria delocalizzazione del prodotto ancora vivo su fondali più sicuri, che allo stato attuale sono identificati con quelli della nursery Pianasso, più prospiciente al mare aperto. Operazione – chiosa Caselli – necessaria per mettere in sicurezza una quota significativa della produzione già a partire dai prossimi giorni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *